Serie A, ultimi verdetti: Clelland capocannoniere, Como-San Zaccaria allo spareggio

Mancavano solo gli ultimi 90′ per concludere una Serie A in cui decisamente non ci siamo annoiati. Una stagione dominata dalla Fiorentina, ma con una classifica sempre in bilico per le posizioni Champions e per la retrocessione. Anche l’ultimo appuntamento non è stato esente da spettacolo. Le neo-campionesse d’Italia viola, certamente appagate dalla conquista del titolo, non concedono però punti alla Res Roma, che al Tre Fontane gioca bene ma viene punita da una rete nel recupero di Bonetti, la quale festeggia nel modo migliore la convocazione in azzurro. La Fiorentina può chiudere così la sua stagione a quota 63 punti, con una sola sconfitta – l’1-0 a Mozzanica n.d.r. – e soltanto 7 reti incassate.
Dietro, il Brescia già sicuro della qualificazione alla Champions League riceve il già retrocesso Luserna e il risultato del campo è specchio del divario tecnico fra le formazioni: deciso 4-0 per la squadra di casa con i gol di Girelli al 16′ e Rosucci al 26′. Prima della fine del tempo arriva anche il tris firmato da Serturini (36′), mentre il poker lo serve Gama alla mezz’ora della ripresa.

Chiude terzo il Verona di Longega: i 10 punti di distacco dalle Leonesse restano tali anche dopo l’ultima uscita. Le ragazze scaligere, pur senza Boattin, si impongono infatti 2-0 in casa di un Cuneo già in vacanza con le reti di Kongouli e di Gabbiadini e chiudono la loro stagione un po’ altalenante a 45 punti.
Il successo serve per mantenere il punto di vantaggio sul Mozzanica, che conclude ai piedi del podio ma regalandosi un roboante 7-1 davanti al suo pubblico contro il San Zaccaria. Pratica già chiusa dopo il primo tempo: una scatenata Pirone firma una tripletta in mezz’ora, mentre Alborghetti su rigore fa 4-0. Nella ripresa partecipano al festival del gol anche Giacinti, con una doppietta nei primi 15′, e Pellegrinelli al 21′. La rete della bandiera ravennate è opera di Tucceri Cimini al 9′.

Soddisfazione doppia, invece, in casa Tavagnacco: la formazione di Cassia si regala una bella vittoria battendo 5-2 il Como 2000 e festeggia Lana Clelland. Con la tripletta dell’ultima giornata, la terza consecutiva in casa, l’attaccante scozzese si laurea capocannoniere della Serie A con ben 23 reti. Frizza e Brumana completano il tabellino per le gialloblu, mentre una doppietta di Coppola non evita al Como un ormai già scritto play-out.
Infine, chiudono l’annata senza farsi male Jesina e Chieti, entrambe già in Serie B. Le Leoncelle, ultime in classifica, accarezzano il sogno di lasciare la Serie A con un successo e in doppia cifra grazie al sigillo di Monterubbiano al 30′, ma è Giulia Di Camillo a infrangere le speranze biancorosse al terzo minuto di recupero della ripresa. Finisce così 1-1 fra due formazioni che dovranno ora ripartire dalla serie cadetta.

RISULTATI E CLASSIFICA 

Brescia-Luserna  4-0
Cuneo-Verona  0-2
Jesina-Chieti  1-1
Mozzanica-San Zaccaria  7-1
Res Roma-Fiorentina  0-1
Tavagnacco-Como  5-2

 

FIORENTINA  63^
Brescia  55^
Verona  45
Mozzanica  44
Res Roma  35
Tavagnacco  33
Cuneo  26
San Zaccaria  21°
Como 2000  19°
Chieti  15*
Luserna  14*
Jesina  9*

^= Qualificata per la Champions League
* = retrocesse in Serie B
° = Play-out

Post Correlati

Leave a Comment