FINALE – Svezia U19 vs Italia U19 2-0

90’+4′ FINITA! SVEZIA BATTE ITALIA 2-0. Le Azzurrine hanno un piede e mezzo fuori dalla fase finale. Giocata bene, senza però creare pericoli, la prima mezz’ora, poi, dopo una decina di minuti di black-out completo, nella ripresa le idee sono venute meno e la squadra si è sfaldata dopo il raddoppio. È vero che i gol avversari sono arrivati su una deviazione sfortunata e su un errore individuale, ma è anche vero che le scandinave nella seconda metà del primo tempo hanno avuto altre due nitide palle-gol. L’Italia, al contrario, non ha mai messo paura a Öhman.

90′ Saranno 4 i minuti di recupero.

87′ L’Italia attacca in maniera disordinata: Serturini serve un pallone all’indietro per Lenzini, mentre il terzino era già partito in sovrapposizione. Il numero 17 recupera palla perdendo metri e appoggia un pallone centrale e mollo per una compagna che viene intercettato da un’avversaria. Questa è la sintesi della ripresa: idee confuse e disordinate e scarsa intesa tra le compagne.

84′ Lilja (Svezia) calcia via il pallone a gioco fermo e viene ammonita. Oltre ai gialli speriamo venga dato un recupero congruo.

82′ Kullashi (Svezia) viene ammonita per aver impedito a un’avversaria di battere la punizione.

81′ Ultima sostituzione per Sbardella con Regazzoli che lascia posto a Mascarello.

81′ Del Stabile (Italia) non trova la porta di testa su un bel cross dalla destra.

78′ Cambio Svezia: esce Magnusson, entra Nildén.

72′ Quando mancano 18′ più eventuale recupero al termine della partita, la Svezia conduce sempre per 2-0. L’Italia deve tentare la rimonta, che appare non impossibile. Per farlo, però, deve concretizzare maggiormente il gioco creato e concludere a rete.

68′ Sotituzione anche nelle fila svedesi: Åkerberg prende il posto di Strömblad.

65′ Seconda cambio per le Azzurrine, con Serturini che sostituisce Cantore.

55′ Primo cambio della partita: nell’Italia Del Stabile rileva Marinelli.

54′ RADDOPPIO SVEZIA! Piazza esce dall’area in scivolata e perde un rimpallo con un’avversaria che, involatasi a porta vuota, si fa prima respingere il tiro da un difensore e poi Kullashi ribadisce in rete. Uscita azzardata e senza senso da parte del nostro estremo difensore dato che la difesa era ben schierata.

48′ Ammonita Persson (Svezia).

46′ Le Azzurrine battono il calcio d’inizio.

Primo tempo da dividere in due blocchi: nei primi 30′ l’Italia ha condotto il gioco ma non è mai riuscita a rendersi pericolosa. Nell’ultimo quarto d’ora, al contrario, le svedesi hanno avuto due clamorose palle-gol non sfruttate. Il vantaggio è arrivato però solo a causa di uno sfortunato autogol.

45’+1′ Fine primo tempo: Svezia 1-0 Italia.

45′ Lilja (Svezia) commette fallo su Regazzoli (Italia) nello stesso punto del minuto 9′. L’interista è  bravissima a saltare la svedese con un sombrero e farsi abbattere. Il tiro di Mella termina sul fondo deviato. Dal calcio d’angolo l’Italia non ottiene nulla.

35′ SVEZIA IN VANTAGGIO! Traversone dalla sinistra, Tortelli in spaccata anticipa tutte ma devia verso la sua porta. La palla colpisce la traversa, poi il corpo di Piazza ed entra in porta. Sfortunatissima autorete che porta in vantaggio la Svezia.

33′ Altra grande occasione per la Svezia! Calcio d’angolo calciato sul portiere, Piazza c’è ma non trattiene. Il numero 1 azzurro è bravissimo a gettarsi sui piedi di un’avversaria.

31′ Occasionissima Svezia! Le scandinave recuperano palla sulla trequarti italiana e imbastiscono una bella azione corale di contropiede. Strömblad, servita al limite dell’area piccola, sciupa tutto effettuando a metà tra un tiro in porta e un passaggio per una compagna. La palla termina così malamente sul fondo, per fortuna delle Azzurrine.

26′ La partita è sempre in mano alle Azzurrine che però non riescono mai a rendersi pericolose dalle parti di Öhman, merito di una difesa avversaria attenta.

20′ Henriksson (Svezia) abbatte Cantore (Italia). Solo richiamo verbale per la numero 2 svedese ma ci potevano stare gli estremi per l’ammonizione.

15′ Caruso (Italia) trattiene la maglia di Magnusson (Svezia), impedendo un contropiede avversario e commettendo un fallo tattico. L’arbitro la ammonisce giustamente.

9′ Lilja (Svezia) commette fallo su Regazzoli (Italia) vicino al vertice destro dell’area. La punizione calciata dal mancino di Mella (Italia) viene deviata in calcio d’angolo da un difensore. Il corner viene in seguito allontanato dalla difesa.

8′ Nessuna azione degna di nota fino ad ora: l’Italia prova a fare la partita ma la Svezia si difende bene.

1′ La Svezia batte il calcio d’inizio: si parte!

Rispetto alla gara di due giorni fa, il tecnico Sbardella conferma 9/11. Gli unici due cambi sono in attacco, dove Serturini e Del Stabile vengono sostituite dalla coppia offensiva del Fiammamonza Glionna, subentrata contro la Serbia e autrice di un assist e un gol, e Cantore.

Entrambe le squadre si affrontano con i moduli preferiti: il 4-4-2 per la Svezia e il 4-3-3 per l’Italia.

ITALIA (4-3-3): Piazza; Lenzini, Merlo, Tortelli, Mella (cap.); Caruso, Cavicchia, Regazzoli (81′ Mascarello); Glionna, Cantore (65′ Serturini), Marinelli (55′ Del Stabile). A disposizione: Capelletti, Cecotti, Ghisi, Santoro. C.T.: Enrico Sbardella.

SVEZIA (4-4-2): Öhman; Henriksson, Svensson, Rybrink (cap.), Persson; Magnusson (78′ Nildén), Wieder, Lilja, Strömblad (68′ Åkerberg ); Kullashi, Westin. A disposizione: Granberg, Simonsson, Ollerstam, Jonasson, Olofsson. C.T.: Calle Barrling.

Le Azzurrine di Sbardella, dopo aver sconfitto all’esordio con un netto 3-0, scendono in campo contro la temibile Svezia, avversario ostico che due giorni fa ha trovato il gol del 2-2 nei minuti di recupero contro le padrone di casa della Norvegia.

PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA!

Post Correlati

Leave a Comment