A Coverciano si è concluso il corso di formazione per 40 Arbitri Donna

Il corso di formazione “Arbitri Donna” si è concluso dopo due giorni di riunioni tecniche e prove atletiche che hanno formato quaranta ragazze a Coverciano. Il Chairman Referees Committee FIFA – UEFA Pierluigi Collina ha affermato: “Sono convinto che chi merita debba andare avanti, che sia uomo o donna. L’importante non è il sesso ma sono l’allenamento, la preparazione regolamentare e la conoscenza del calcio”.

Poi, rivolgendosi alle ragazze, l’ex fischietto della sezione di Viareggio ha aggiunto: “Quando vi preparate l’obiettivo deve sempre essere quello di trovarvi nelle migliori condizioni per poter valutare: solo così sarà più facile prendere la decisione corretta. È necessario essere nella posizione giusta ed essere mentalmente lucidi. Pur essendo ben allenate, chi non capisce di calcio ugualmente non troverà comunque mai la posizione migliore. Il livello calcistico è ormai molto alto, e ciò vale anche per il calcio femminile. Il divario rispetto a quello maschile si è infatti negli anni ridotto e credo che in Italia si stia creando un gruppo di spessore, con persone valide ed esperte. Beneficiare del loro sapere è quindi molto importante e lo stimolo deve essere sempre quello di impegnarsi, lavorare e dare il massimo. Questa è l’unica strada percorribile per poter realizzare i propri sogni!”.

Durante la mattinata i quaranta nuovi arbitri hanno svolto i test atletici dopo aver misurato altezza e peso. Nel pomeriggio si è proceduto invece alla visione e all’analisi di filmati tecnici, con particolare attenzione ad aspetti fondamentali del calcio che spaziano dai falli di mano al fuorigioco, dal Dogso al grave fallo di giuoco.

 

Fonte: Figc.it

Post Correlati

Leave a Comment