Brescia-Fiorentina, una partita per sognare

Fiorentina-Brescia

Operazione aggancio per il Brescia. Operazione allungo per la Fiorentina. Sono queste le due missioni più chiacchierate della settimana, con il big match di sabato che si preannuncia spettacolare, probabilmente anche più equilibrato della gara di andata, dove la Viola aveva letteralmente dominato, prendendo a schiaffi le ragazze di Bertolini sotto gli applausi di un pubblico strepitoso. Un 5-0 inaspettato. Frutto di una partita perfetta. Con il Brescia che, successivamente, ha poi lasciato per strada altri tre punti, contro il Verona, permettendo alla Fiorentina di allungare a +6, fino a quando il Mozzanica, due sabati fa, non ha rimesso tutto in discussione grazie al fantastico goal di Scarpellini che ha tolto l’imbattibilità alla squadra toscana e riacceso le speranze alle Leonesse, oggi pronte a battersi fino alla fine per mantenere attaccato al petto quello scudetto tanto voluto, conquistato meritatamente per ben due anni. Due formazioni di assoluto livello. Con individualità importanti da un lato e dall’altro. Per il Brescia mi vengono subito in mente Girelli, Sabatino, Manieri e Bonansea. Per la Fiorentina Linari, Parisi, Mauro e Caccamo. Giusto per citarne alcune. Una partita dove non mancherà la qualità, così come la quantità, necessaria per imporsi a certi livelli. Una partita che potrebbe riaprire definitivamente tutto, o che invece potrebbe riconfermare quello che fino a due settimane fa era ormai una certezza: “La Fiorentina non si batte. È la più forte”. Una partita da giocare. Da vivere. Attesissima. Perché la posta in palio è davvero pesante. Lo scudetto rimane sempre lo scudetto. E Brescia e Fiorentina lo sanno. Così come sanno che dopo questa gara, ce ne saranno altre quattro altrettanto importanti, con il calendario che però, secondo il mio parere, risulta essere più severo con Cernoia & Co., che dovranno ancora vedersela con club di spessore come Mozzanica e Verona. Due incontri sicuramente difficili da affrontare. Ma adesso, non serve pensare a lungo termine, bisogna concentrarsi sulla partita di sabato, perchè ormai è chiaro: sarà battaglia vera. Il Brescia cerca il tris. Che sarebbe ancora firmato Bertolini. La Fiorentina la sua prima volta, targata Fattori-Cincotta. Quindi, il gioco ne vale proprio la candela.

Foto: Viola Channel

Post Correlati

Leave a Comment