Serie B Femminile: il punto sulla 15^ giornata di Campionato

Il prossimo turno del girone A vedrà affrontarsi le prime due della classe in un incontro che potrebbe valere il 60% del campionato. Novese ed Empoli si preparano alla sfida della stagione vincendo intanto con punteggi tennistici rispettivamente contro Atletico Oristano e Lucchese. La capolista si impone infatti con un netto e insindacabile 0-6 in terra sarda grazie alle doppiette di Arroyo e Montecucco (ora capocannoniere solitaria del girone) e alle reti di Rigolino e Di Stefano. L’Empoli non sta a guardare e rifila un 6-2 alla malcapitata Lucchese, che riesce comunque nell’impresa di superare due volte Baldi, che nelle 14 gare precedenti di campionato aveva subito la miseria di 6 reti. A segno per l’Empoli Mastalli (doppietta), la solita PrugnaVarrialeAcuti e CinottiBengasi e Frediani rendono meno amara la sconfitta per le ospiti. Bomber Deborah Soragni, al tredicesimo centro stagionale, basta e avanza all’Alessandria per superare le resistenze di un buon Caprera e allungare sul quarto posto, ora occupato dal Ligorna che ha espugnato il campo del Torino per 1-3 grazie ai gol di CafferataFracas e Bettalli, che hanno reso inutile il rigore trasformato da Erika Ponzio. Finisce 1-1 il derby genovese tra Amicizia Lagaccio Molassana: al gol di De Blasio per le ospiti risponde infatti Bonissone. Un caloroso in bocca al lupo al portiere del Molassana Sarah Bandini, costretta anzitempo ad abbandonare il campo per un duro e sfortunato scontro di gioco. Da segnalare anche tra le fila delle locali l’espulsione di Camilla Minopoli dalla panchina. Il Molassana è quindi la prima squadra a non perdere al Ceravolo, con la truppa di Tony Napoli che mantiene comunque l’imbattibilità casalinga frutto di cinque vittorie e un pareggio con 15 gol segnati e solo 2 subiti in sei gare. Letizia Berbero illude la Musiello Saluzzo di poter ottenere la prima vittoria stagionale contro la Juventus ma ChiavicattiTordella e Capello negano la gioia alle saluzzesi, dove piove sul bagnato a causa dell’espulsione a tempo scaduto dell’estremo difensore Malosti, che sarà quindi costretta a saltare la gara casalinga contro l’Amicizia Lagaccio in programma la prossima giornata.

Nel girone B termina in pareggio il big-match tra Vittorio Veneto e Sassuolo. Il risultato sicuramente soddisfa di più le locali che, pur avendo un punto in meno delle dirette concorrenti, possono usufruire di una gara in più da disputare. Come se non bastasse, la gara vedeva il Sassuolo avanti grazie alla rete di Costi e le locali in dieci a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Da Ros. Nonostante l’inferiorità numerica il Vittorio Veneto è stato bravissimo a pareggiare grazie alla rete di Foltran e a portare a casa un punto che vale oro. Ne approfittano per accorciare le distanze dal duo di testa il Castelevecchio, che espugna per 0-3 grazie ai gol di Rossi (doppietta) e Amaduzzi, il campo della New Team Ferrara e il Padova, che tra le mura amiche si impone per 5-2 sull’Arezzo, con la doppietta di Ferrato e le realizzazioni di SarainGiubilato e Favero che rendono vana la doppietta di Nocchi per le ospiti. Vince all’inglese la Grifo Perugia, che si impone per 2-0 contro la Marcon, che rimane saldamente al quinto posto, grazie a Monetini e Ceccarelli. Se la vittoria di settimana scorsa contro la New Team Ferrara aveva potuto illudere qualche tifoso del fanalino di coda La Saponeria Unigross Pescara per l’inizio di una serie positiva, i sogni sono stati presto infranti dal perentorio 7-0 patito dalle abruzzesi in casa della Federazione Sammarinese, che ha dilagato grazie ai gol di FranchiMenin e Albonetti nel primo tempo, e, al poker di una scatenata Dulbecco nella ripresa. NoventaNykulytsya e Basso regalano il successo per 1-3 della Virtus Padova sull’Imolese, a segno con Ceppari. La doppietta di Tortolo e la rete di Veritti regalano la vittoria per 0-3 all’Udinese sul campo del Gordige, ipotecando ulteriormente la salvezza per le friulane.

Nel girone C la capolista Valpolicella vince non senza brividi. Ad andare infatti in vantaggio dopo pochi minuti, a sorpresa, è infatti il Trento con Martina Tomaselli ma a ridosso dell’intervallo le ospiti prima pareggiano con Boni e poi vanno in vantaggio con Solow. Nella ripresa Faccioli chiude i conti per il definitivo 1-3. Non molla la presa l’Inter, che grazie a RegazzoliSpinelli e Baresi regola per 3-0 le Azalee, squadra che ha fornito comunque una buona prestazione, vendicando così il pareggio dell’andata. Proprio quei due punti persi fanno ora la differenza tra il Valpolicella e le nerazzurre. Non va oltre l’1-1 casalingo invece la Pro San Bonifacio, che perde quindi molte quotazioni per la vittoria del campionato, impattando contro l’Unterland Damen. Al vantaggio di Cavallini risponde infatti Ernandes per le altoatesine. Pareggio per 1-1 anche tra Fortitudo Mozzecane (gol di De Vincenzi) e Orobica (rete di Vavassori). Pirotecnico 4-3 tra Riozzese e Milan Ladies, con ben cinque gol negli ultimi 20′ di gara. Nel primo tempo Arganano porta in vantaggio le locali, che raddoppiano a inizio ripresa grazie a Mauri. Dal 70′ in poi succede di tutto: Wolleb accorcia le distanze, Mauri firma la doppietta personale e il gol del 3-1. Tutto sembra finito ma tra l’86’ e l’88’ Di Luzio e Vitale riportano le rossonere in un’insperata parità, che però dura poco visto che nel recupero Grumelli firma il definitivo 4-3. Il Real Meda sotterra a domicilio 0-6 (doppietta di Landa e gol di FusiMoroniBoffi e Coda) il fanalino di coda Sudtirol. Ne approfittano Vicenza e Azzurra San Bartolomeo, rispettivamente penultima e terzultima, che non si fanno male terminando l’incontro a reti inviolate e guadagnando un altro punto sul Sudtirol.

Nel girone D non ha problemi la capolista Roma che liquida con un netto e insindacabile 7-0 la Femminile Nebrodi grazie alla doppietta di Pittaccio e alle reti di VisentinProiettiCapparelliMorra e Pedullà. Non ha bisogno di goleade per restare a ridosso della capolista la Pink Bari, che grazie al gol di Parascandolo supera per 1-0 il Trani. Impatta 2-2, ma mantiene agevolmente in terzo posto, il Latina sul campo del Napoli Dream Team, che porta a cinque i punti di vantaggio sull’ultimo posto che significherebbe retrocessione in Serie C al termine della stagione. Ietto porta in vantaggio le locali su rigore; le partenopee effettuano il sorpasso grazie alla doppietta di Sara Sibilio prima che Presutto segni la rete del definitivo pareggio. Il rigore di Bergamo decide in favore delle locali l’equilibrata sfida tra Salento e Roma XIV. Il derby partenopeo sorride alla Carpisa Napoli che espugna il campo della Domina Neapolis grazie alle reti di RussoVolpe e Buono. Il rigore di Galluccio nel finale rende meno amara la sconfitta alle locali per il definitivo 1-3. Nulla da fare per l’ultima in classifica, il Grifone Gialloverde, che non riesce a superare la Lazio, subito in vantaggio grazie all’autogol di MontiLamb segna e prova a riaccendere le speranze pareggiando i conti. La realizzazione di Coletta chiude definitivamente la gara sull’1-2 per le aquilotte.

Foto: Nicolò Meneghetti

A cura di Federico Scarso

Post Correlati

Leave a Comment