Chieti: In conferenza stampa Innerhuber e Vicenzi

È terminata da poche ore la conferenza stampa del Chieti Calcio Femminile. Il match di sabato 3 dicembre, previsto per le ore 14.30 allo Stadio ‘G. Angelini’ tra Chieti e San Bernardo Luserna é stato presentato da due giocatrici nero-verdi: la centrocampista Anna Innerhuber e il portiere Silvia Vicenzi. Da sabato per le abruzzesi comincerà un cammino importante quanto fondamentale in chiave salvezza.
La prima a prendere parola è Innerhuber: “Sarà fondamentale conquistare i tre punti  soprattutto perché è uno scontro diretto in chiave salvezza. Non è bello venire da una sconfitta, ma ci siamo allenate bene e stiamo facendo di tutto per dimostrare ai nostri tifosi che abbiamo reagito subito e che siamo una squadra che merita la Serie A. Loro ci stanno seguendo con grande affetto: certamente è meglio che ci vedano vincere e festeggiare dopo la partita che non dopo una sconfitta. Il nostro pubblico ci ha sempre e comunque sostenuto: i tifosi del Chieti sono meravigliosi: ad esempio anche contro la Fiorentina, partita che abbiamo perso con un punteggio pesante, ci hanno incitato dal primo all’ultimo minuto”.

La numero 27 nero-verde conclude: “Il Luserna è una buona squadra, dobbiamo essere concentrate dal primo minuto e non sbagliare nulla, stare cioè attentissime in campo. Bisognerà mantenere anche la giusta tattica per tutto il match: se dovessimo prendere un gol non dovremo scoraggiarci, ma rimanere come ci chiede di schierarci il mister. Io credo nei tre punti”.

Le fà eco Vicenzi, al suo secondo anno a Chieti: “Questa settimana ci siamo confrontate, sappiamo che ci aspettano quattro partite nelle quali dobbiamo ottenere il massimo dei punti possibili. Si può dire che il nostro vero campionato inizia adesso: finora abbiamo incontrato squadre di alta classifica, tranne il Cuneo con il quale potevamo e dovevamo fare di più, le altre erano abbastanza proibitive. Con Luserna, Mozzanica, San Zaccaria e Jesina dobbiamo cercare di fare, se non 12 punti, almeno 10 che sono alla nostra portata. Già sabato sarà fondamentale vincere per rimanere agganciate al gruppo della salvezza. Sulla carta è una partita molto difficile perché loro hanno già alle spalle diversi anni di Serie A , noi abbiamo dalla nostra parte il fatto che siamo più forti come collettivo, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo. Giocheremo di fronte al nostro fantastico pubblico che ci ha sempre seguito con affetto dimostrandoci di essere molto legato alla città, alla maglia e quindi alla squadra. Colgo l’occasione per ringraziare tutti e li aspetto allo stadio sabato. Un’arma in per noi potrà essere rimanere unite come gruppo e non perdere la testa se dovessimo andare anche  sotto: nelle partite precedenti abbiamo dimostrato che prendere gol ci colpiva troppo, invece a Roma abbiamo fatto vedere di potercela giocare fino al novantesimo e fare risultato. Servirà il carattere visto proprio a Roma, andare cioè in campo con quella convinzione: se lo abbiamo fatto in quell’occasione è doveroso farlo sempre. L’impatto con la Serie A è stato indubbiamente difficile per le ragazze al debutto assoluto, io me lo aspettavo perché lo avevo già vissuto e sapevo quanto fosse difficile soprattutto a livelli di ritmi, si sa che appena si abbassano proprio i ritmi si può prendere gol da qualunque squadra. Credo comunque che sia arrivato il tempo in cui le scuse siano finite e si dovrà dunque pensare a fare sempre bene”.

Foto: Madalina Mancini

Post Correlati

Leave a Comment