Longato, Cimati e Nardozza commentano la sconfitta del San Zaccaria

Terza sconfitta consecutiva e primi bilanci in casa San Zaccaria. La debacle contro il Tavagnacco ha lasciato l’amaro in bocca – nonostante la doppietta – ad Alessia Longato, che ai media ufficiali biancorossi commenta: “Contro il Tavagnacco è stata una partita particolare, perché quando prendi gol dopo appena quaranta secondi la situazione ti può tagliare le gambe in più, non abbiamo reagito e siamo state poco concentrate e alla fine i risultati di tutto questo si sono visti. Nel secondo tempo siamo andate meglio, ho segnato i miei primi due gol, ma alla fine mancava comunque un po’ di concentrazione, con la quale avremmo anche potuto pareggiare questa partita commettendo sicuramente meno errori. Per noi questo deve essere un punto su cui lavorare e dal quale ripartire da zero“.

A chiosa, anche Simona Cimatti prosegue sulla falsa riga della compagna : “L’analisi della partita rispecchia il nostro momento. A parte Brescia, con cui abbiamo fatto qualcosa in più, la partita di Tavagnacco si somma alla prima contro il Cuneo nella quale non avevamo fatto bene. Non sono le altre squadre ad essere superiori a noi come il Brescia, ma siamo noi che stiamo regalando troppo e troppo spesso agli avversari, quando subiamo non riusciamo a reagire e non mettiamo in campo la giusta cattiveria che sarebbe invece la parte fondamentale quando perdi e vai sotto. Al momento non c’è quel carattere che invece potrebbe aiutarci. Quando sono entrata in campo ho fatto di tutto per dare questa carica, ma la voglia dobbiamo averla tutte, da quelle in campo a quelle in panchina. Dovremo avere più carattere. Carattere che, al momento, ancora non siamo riuscite a trovare”.

Infine, è il tecnico Nardozza a concludere l’analisi: “Non si è rivisto il carattere. Certo il gol a freddo non ci ha favoriti anche per il fatto che arrivavamo da due sconfitte che mentalmente si sono sommate ad esso, ma resta il fatto che non abbiamo reagito assolutamente per tutti i primi quarantacinque minuti e siamo stati assenti dal campo per provare a raggiungere il pareggio. Alla fine pesano gli errori individuali che hanno poi fatto sì che la partita si andasse ad allontanare. Dobbiamo riflettere sul fatto che questa volta non c’è stata proprio nessuna reazione”

Related posts

Leave a Comment