I numeri di Opta – Germania nella storia, è oro olimpico

 

La Germania riesce a imporsi in finale sulla Svezia, conquistando l’oro olimpico per la prima volta nel torneo femminile, dopo 3 bronzi consecutivi tra il 2000 e il 2008. Complice l’uscita di scena inaspettata degli USA, che avevano trionfato in 4 delle precedenti 5 edizioni (argento nell’altra), le tedesche impongono la propria superiorità alle avversarie svedesi, che – seppur inferiori tecnicamente a buona parte delle avversarie affrontate – erano state abili a giungere in finale grazie ad un’ottima organizzazione difensiva e una tattica “catenacciara”.

La Germania effettua 23 conclusioni nel corso del match, arrivando a quota 20 tiri per la quinta volta su 6 match disputati in queste Olimpiadi (hanno fallito solo contro il Canada in semifinale). Menzione dovuta per una grandissima Dzsenifer Marozsan: la numero 10 di origine ungherese ha totalizzato 6 tiri (tra cui il gol cha ha sbloccato il match) e mandato le compagne alla conclusione per 3 volte. È stata anche la giocatrice che ha effettuato più passaggi nella metà campo avversaria, 36.

Tra le svedesi, solita nota di merito per Hedvig Lindahl, che il suo l’ha fatto anche questa volta: ben 7 parate per la portiere scandinava, che in questi giochi ha davvero impressionato. Nulla poteva sulla bellissima rete della Marozsan, né sull’autorete della Sembrant che l’ha beffata clamorosamente.

Il bronzo va invece al Canada, che lascia così il Brasile a mani vuote. Nordamericane brave a capitalizzare le poche occasioni create, trasformando in rete 2 dei 3 tiri nello specchio effettuati nel match. A nulla sono serviti gli sforzi e la tecnica delle brasiliane, capaci di dribblare per 14 volte le avversarie (6 i dribbling riusciti di Fabiana, record in un match di Rio 2016) e scagliare 17 tiri, ma soltanto 2 dei quali hanno centrato la porta avversaria.

Che dire, un Olimpiade con molte sorprese, che ha premiato la concretezza e incisività della Germania, miglior attacco del torneo con 14 gol e 145 tiri totali.

A cura di Giacomo Zanetello

thumbnail_Opta Logo Final Cyan

Foto: fifa.com

Post Correlati

Leave a Comment