Mason saluta il calcio, per ora…

Una scelta coraggiosa, pensieri difficili, combattuti ma intelligenti e maturi. E’ un arrivederci quello comunicato da Marta Mason attraverso la sua pagina ufficiale di Facebook. Sono parole forti e cariche di emozioni quelle dell’attaccante classe ’93 che negli ultimi due anni ha vestito la maglia del Mozzanica. Riflessioni molto intime scritte nero su bianco. Mason con temerarietà ha deciso di mettere un punto temporaneo al capitolo calcio, e lo fà così:

“Sono passati diciannove anni da quando ho iniziato a calciare il pallone, ad amarlo e a prendermi cura del nostro rapporto, che è sempre stato intenso, puro, mosso da passione. Gli ultimi anni, invece, sono stati caratterizzati da molti infortuni ed acciacchi, ostacoli normali per un’atleta, che, però, con il passare del tempo mi hanno lentamente corrosa, dentro e fuori, nel cuore, nella testa e nel mio corpo, che tanto amo.
Mi ritrovo quindi a riflettere da tempo e da tempo mi chiedo cosa tutti questi malesseri vogliano comunicare.
Ed è arrivata la scelta, che mai credevo sarebbe potuta arrivare, non così presto perlomeno e non per mia volontà, non per un bisogno che invece ho avvertito nel profondo: accantonare il calcio per un periodo penso farà bene alla mia testa, al mio corpo, alla mia anima.
Voglio potermi prendere del tempo per curarmi al meglio e prepararmi, rigenerarmi, senza appartenere a nessuna società, senza essere aspettata ed attesa, senza la tristezza di essere una pedina e non poter offrire e ricambiare, senza ‘potrebbe essere, ma non è’, senza firmare contratti e non essere pronta a dare.
Quando sarò pronta, riprenderò quel pallone e gli riparlerò, come io so fare, come a me manca fare da tempo, proprio come si fa con un grande amore, con l’amore della vita.

Il calcio ha le sue ragioni misteriose che la ragione non conosce ed io amo il calcio come amo il mistero.
Ho ancora tanto da dare per questo sport e per me questo è un arrivederci e non un addio.

Auguro a tutte le società un in bocca al lupo per questa stagione ed auguro alla Nazionale di fare il meglio per i nostri colori.
Ringrazio il Mozzanica per questi due anni passati assieme.
Ringrazio chi fino ad ora ha creduto in me e continuerà a farlo.
Ringrazio chi c’è stato e chi c’è.
Ringrazio chi resta.
Ringrazio chi ha chiesto e domandato e non giudicato.
Ringrazio chi mi ha sorriso tutte le volte.
Ringrazio chi ha esultato con me.
Ringrazio chi ha invidiato, perché, senza gli invidiosi , mi sarei divertita meno…
Ringrazio le società che, nonostante i miei ultimi scarsi risultati, hanno comunque avuto la voglia di contattarmi.

A presto..o tardi”.

Related posts

Leave a Comment