Serie A | La As Roma fatica ma batte di misura il Napoli Femminile

As Roma più pericolosa, ma davanti a se trova il muro dell’ex Baldi 

Dopo due tiri dalla distanza da parte delle giallorosse con Greggi e Giugliano, il Napoli Femminile all’8′ prova una verticalizzazione che vede Severini cercare Jaimes, l’assist però è debole e Lind fa suo il pallone in uscita. Un minuto dopo Popadinova tiene troppo palla al piede, Greggi gliela ruba e mette in movimento Lazaro che calcia di prima intenzione, Baldi però, una delle ex di questa gara, si distende bene e devia in calcio d’angolo. Ancora la As Roma con Andressa, che calcia dal limite ma Baldi ancora una volta devia, Haavi rimette al centro la sfera ma la difesa partenopea, seppur con qualche affanno, allontana la minaccia. L’undici giallorosso sfiora nuovamente il vantaggio al minuto 26: Haavi va via in velocità dopo un contrasto giudicato regolare con Abrahamsson, il suo cross pesca Serturini lasciata sola in area, ma l’esterno giallorosso calcia alto a pochi centimetri dalla porta. E’ sempre la As Roma a rendersi più pericolosa in avanti: ancora Haavi questa volta trova Giugliano che calcia al volo , ma la palla termina alta. Baldi salva ancora una volta la porta del Napoli Femminile: decisivo il suo intervento nella conclusione insidiosa di Serturini al 36′. Nel finale della prima frazione il Napoli sciupa una buona chance: Acuti serve un ottimo pallone per Popadinova, quest’ultima lo rimette in mezzo per Severini che calcia ma Linari compie un intervento decisivo che favorisce anche l’uscita di Lind.

Haavi match winner: la As Roma mantiene il secondo posto in classifica. Napoli, che amarezza

Nella ripresa entrambe le squadre cercando di sbloccare il risultato: prima le partenopee con Acuti che sbaglia l’appoggio per Popadinova, ben inserita nell’area avversaria, poi l’undici giallorosso con Andressa che dalla distanza trova ancora la parata di Baldi. Il copione è il medesimo del primo tempo: il Napoli Femminile cerca le ripartenze aspettando le folate offensive della As Roma, più pericolosa e propositiva ma che non riesce a trovare il gol che spezzerebbe l’equilibrio anche grazie alle parata dell’ex Baldi. Al 70′ Pettenuzzo stende Popadinova lanciata a rete, per l’arbitro Angelucci è solo cartellino giallo. Popadinova deve poi essere sostituita poichè infortunatasi nello scontro di gioco, ed è sostituita da Errico. Poco dopo ci riprova la As Roma con Andressa dal limite dell’area, tiro insidioso ma debole, Baldi fa ancora una volta sua la sfera. A dodici dal termine il Napoli Femminile prova a sorprendere la retroguardia della As Roma: Jaimes parte in velocità, e prova a mettere in movimento Acuti che però si fa rimontare e non arriva sul pallone. Un minuto più tardi la As Roma riesce a sbloccare il risultato: il calcio di punizione di Glionna, subentrata a Bernauer, trova la respinta di Baldi, Haavi però è in ottima posizione al centro dell’area piccola e di testa ribadisce in rete. E’ il primo, e pesante, gol in giallorosso per l’attaccante norvegese. Il Napoli Femminile la combina grossa al 90′: la difesa non spazza via il pallone in fase di disimpegno, Andressa si avventa così sulla sfera ma l’intervento di Golob è provvidenziale ed evita quello che poteva essere il gol del raddoppio che avrebbe chiuso il match. Nel recupero Goldoni ha un’ottima occasione per trovare in extremis il pari, ma la conclusione è centrale e finisce comodamente tra le braccia di Lind. La As Roma vince di misura, ottenendo tre punti fondamentali per la lotta al secondo posto, sempre in condivisione con il Sassuolo. Il Napoli Femminile esce quindi sconfitto pur avendo giocato bene ma senza sfruttare a dovere le occasioni create.

Napoli Femminile – As Roma 0-1 (79′ Haavi)

Napoli Femminile (4-2-3-1): Baldi; Di Marino (cap.), Golob, Abrahamsson, Awona; Severini, Mauri (64′ Tui); Acuti, Colombo (64′ Goldoni), Popadinova (73′ Errico); Jaimes.
A disposizione: Aguirre, Toniolo, Garnier, Corrado, Caputo, Pinna.
Allenatori: Giulia Domenichetti e Roberto Castorina

As Roma (3-5-2): Lind; Di Guglielmo, Linari, Pettenuzzo; Bernauer (58′ Glionna), Greggi, Giugliano (cap.), Haavi, Serturini (74′ Pirone); Andressa, Lazaro (90’+3′ Borini).
A disposizione: Ceasar, Battistini, Pacioni, Bergersen, Petrara, Corelli.
Allenatore: Alessandro Spugna

Arbitro: Luca Angelucci di Foligno
Assistenti: Giulio Basile di Chieti e Marco Carrelli di Campobasso
Quarto Ufficiale: Riccardo Tropiano di Bari
Ammonizioni: 45’+1′ Abrahamsson (NF), 70′ Pettenuzzo (ASR), 83′ Tui (NF)
Espulsioni: -.

Risultati tredicesima giornata:
Sassuolo – Hellas Verona 4-0 (22′ Clelland, 32′ Orsi, 47′ Dubcova, 57′ Clelland)
Empoli – Pomigliano 1-2 (38′ Bragonzi – 65′ Banusic, 77′ Dellaperuta)
Juventus – Fiorentina 2-2 (45′ +3′ Cernoia, 58′ Caruso – 14′ Giacinti, 34′ Gama (aut.) )
Napoli Femminile – As Roma 0-1 (79′ Haavi)
Lazio – Inter (domenica 23 gennaio ore 14.30, diretta Timvision e Inter Tv)
Milan – Sampdoria (domenica 23 gennaio ore 14.30, diretta Timvision e Milan Tv)

Classifica:
Juventus 37, As Roma 31, Sassuolo 31, Milan 25*, Inter 23*, Sampdoria 19*, Pomigliano 16, Fiorentina 14, Empoli 12, Napoli Femminile 8, Lazio 3*, Hellas Verona 1.
* una partita in meno

Lino Basso

Foto: As Roma.

Post Correlati

Leave a Comment