Serie A | Clelland punge la Fiorentina, il Sassuolo vince 2-1

Sassuolo più concreto e intraprendente: Fiorentina sconfitta 2-1

Il Sassuolo batte la Fiorentina nel posticipo della prima giornata di serie A: le neroverdi vincono per 2-1 grazie a un autogol di Darya Kravets e al gol della ex Lana Clelland, che arriva un minuto dopo il momentaneo pareggio di Sara Lundin, subito in rete al suo esordio in maglia viola.

Tanto equilibrio e poche emozioni: un episodio premia il Sassuolo

Il primo sussulto del match arriva al 14′ quando Sofia Cantore corre lungo la fascia e lascia partire un tiro-cross insidioso che attraversa tutta l’area di rigore ma nessuna attaccante del Sassuolo riesce ad arrivare sul pallone che termina di poco a lato. Tre minuti più tardi sempre Cantore intercetta un retropassaggio velenoso di Martina Zanoli ma sul pressing della difesa viola non riesce ne a calciare ne servire una sua compagna. Molto equilibrio tattico tra le due formazioni in campo, con il Sassuolo leggermente più pericoloso quando si affaccia nella metà campo avversaria. Proprio la formazione di casa si rende nuovamente insidiosa al 33′ con una azione insistita che porta Michela Cambiaghi a effettuare un tiro che termina fuori non di molto. Due minuti più tardi gli sforzi del Sassuolo vengono premiati: sempre Cambiaghi arriva per prima su un pallone e lo spedisce verso l’area di rigore, Darya Kravets tocca il pallone nel tentativo di allontanarlo dalla propria porta ma la sua deviazione beffa Sabrina Tasselli, in procinto di far sua la sfera, e il Sassuolo in maniera un po’ fortunosa passa in vantaggio. La Fiorentina risponde con un tiro dalla distanza di Claudia Neto che termina a lato di pochi centimetri, mentre nel finale la gara diventa un po’ nervosa, dove Federica Cafferata per la Fiorentina, oltre a Sara Baldi, e Tamar Dongus vengono ammonite: in particolar modo quest’ultima ha rischiato il rosso poichè ha commesso fallo su Daniela Sabatino lanciata a rete. Terminano così i primi quarantacinque minuti di gioco, dove il Sassuolo si è dimostrato un po’ più operoso ed efficiente.

Secondo tempo pirotecnico: botta e risposta tra Lundin e Clelland

I secondi quarantacinque minuti di gioco si aprono in maniera sfolgorante: al 50′ uno scambio tra Neto e Valery Vigilucci vede la centrocampista portoghese mettere un pallone al centro dell’area, Diede Lemey esce e allontana la sfera ma Karin Lundin, di testa, scavalca l’estremo difensore del Sassuolo e sigla così la rete dell’immediato pareggio per la Fiorentina. Subito in gol il centravanti svedese alla sua prima apparizione con la maglia della formazione viola. Passa appena un minuto, e la formazione di casa torna avanti: Kamila Dubcová porta avanti il pallone e serve l’assist per Lana Clelland che calcia al centro dell’area di rigore e la palla centra prima il palo e poi finisce alle spalle di Tasselli. L’attaccante scozzese punge così la sua ex squadra e riporta avanti l’undici neroverde. Al 72′ torna in campo Alice Parisi, a quasi un anno di distanza dalla sua ultima presenza contro il Napoli Femminile alla terza giornata dello scorso campionato, al posto di Cantore. Tre minuti più tardi Dubcová mette in movimento Cambiaghi ma il tiro della numero trentasei termina sul fondo. A dieci dal termina si rende pericolosa la Fiorentina con un calcio piazzato di Sara Huchet, che calcia direttamente in porta e la palla termina di poco a lato. All’83’ un episodio dubbio: Margherita Monnecchi, subentrata a Baldi, arriva sul fondo ed effettua un cross che viene prima smanacciato da Lemey e poi ribadito in rete da Lundin, ma l’arbitro Rinaldi fischia poichè ritiene che il pallone sia terminato oltre la linea, tra le proteste della panchina viola. Entrano in campo anche Nicol Da Canal al posto di Benedetta Brignoli per il Sassuolo e Martina Piemonte per Martina Zanoli nella Fiorentina, ma il Sassuolo rimane in controllo della gara nonostante non stia più spingendo troppo in fase offensiva. All’89’ Cambiaghi sciupa una ottima chance per chiudere il match: Philtjens arriva nei pressi dell’area di rigore e serve l’assist proprio per l’attaccante neroverde che calcia alto. Ci prova anche Piemonte che, su lancio di Breitner, prova la deviazione di testa ma la retroguardia del Sassuolo intercetta il suo tentativo. Termina quindi con la vittoria della formazione guidata da Gianpiero Piovani, che ha creato più occasioni da gol e si è resa più audace nel conquistare meritatamente i tre punti nel posticipo serale che chiude la prima giornata del campionato 2021-22 di serie A.

Sassuolo – Fiorentina 2-1 (35′ Kravets (aut.), 52′ Clelland –  51′ Lundin)

Sassuolo (4-3-1-2): Lemey; Orsi, Filangeri (cap.), Dongus, Philtjens; Brignoli (86′ Da Canal), Dubcova, Tomaselli; Clelland (64′ Santoro); Cambiaghi, Cantore (72′ Parisi).
A disposizione: Lauria, Mak, Pellinghelli, De Bona, Buonamassa, Ferrato.
Allenatore: Gianpiero Piovani

Fiorentina (4-3-3): Tasselli; Cafferata (59′ Breitner), Kravets, Tortelli (cap.), Zanoli (87′ Piemonte); Huchet, Neto, Vigilucci; Lundin, Sabatino, Baldi (60′ Monnecchi).
A disposizione: Schroffenegger, Forcinella, Ceci, Vitale, Zazzera, Martinovic.
Allenatrice: Patrizia Panico

Arbitro: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa.
Assistenti: Matteo Paggiola di Legnago e Gilberto Laghezza di Mestre.
Quarto Ufficiale: Andrea Zanotti di Rimini.
Ammonizioni: 15′ Baldi (F), 43′ Cafferata (F), 45′ Dongus (S), 50′ Philtjens (S), 77′ Filangeri (S)
Espulsioni: -.

Risultati prima giornata:
Empoli – As Roma 0-3 (22′ De Rita (aut.), 57′ Mella (aut.), 64′ Prugna (aut.)
Juventus – Pomigliano 3-0 (5′ Rosucci, 54′ Caruso, 83′ Caruso)
Napoli Femminile – Inter 0-3 (38′ Simonetti (rig.), 41′ Marinelli, 68′ Pandini)
Lazio – Sampdoria 1-2 (75′ Castiello – 10′ Martìnez, 48′ Rincòn)
Milan – Hellas Verona 4-0 (23′ Giacinti, 25′ Bergamaschi, 45’+1′ Giacinti (rig.), 53′ Boquete)
Sassuolo – Fiorentina 2-1 (35′ Kravets (aut.), 52′ Clelland –  51′ Lundin)

Classifica:
Milan 3, Inter 3, Juventus 3, As Roma 3, Sampdoria 3, Sassuolo 3, Fiorentina 0, Lazio 0, Empoli 0, Napoli Femminile 0, Pomigliano 0, Hellas Verona 0.

Lino Basso

Foto: Sassuolo.

Post Correlati

Leave a Comment