Amichevoli | Il Milan espugna Madrid, la Juve perde a Barcellona

Domenica dolce amara per le formazioni italiane impegnate in una doppia sfida contro le formazioni spagnole della Primera Iberdrola.
Il Milan espugna il campo dell’Atletico Madrid per 3-1, mostrando una Lindsey Thomas in ottimo stato e autrice di due reti.
Tre assenze per la rojablanca, tra cui Alia Guagni tenuta fuori a causa di un problema muscolare.

Banini impegna Giuliani in un intervento in corner dopo 3′ di gioco, dieci minuti dopo Vizoso rinvia male e consente a Stapelfeldt di agganciare e servire Giacinti, che da ottima posizione mette a segno la rete del 1-0.
Il vantaggio dura poco e colpevole un rinvio errato di Giuliani, Latorre può superare la n°1 rossonera e servire in mezzo per Castellanos che da posizione centrale non sbaglia.
La partita vive un periodo di magra fino al 39′, quando Lindsey Thomas sfrutta un rimpallo e di destro trova un diagonale imprendibile per il portiere madrileno.

Nella ripresa Atletico sfortunato con la traversa colpita da Amanda Sampedro, da quest’anno nuova n°6 della rojablanca (il 10 è finito sulle spalle di Leicy Santos, ndr).
La volée di Bergamaschi termina di poco a lato, ma il 3-1 è nell’aria e arriva ancora con Thomas che al 74′ deposita in rete un pallone non trattenuto da Fernandez sulla conclusione di Giacinti.
Nel recupero c’è spazio per la seconda traversa madrilena colpita da Meseguer con una conclusione potentissima.

Trofeo Gamper al Bercellona: battuta la Juventus per 6-0

Grande attesa per Barcellona-Juventus femminile, match che ha aperto il Trofeo Gamper prima della sfida maschile (vinta dai blaugrana per 3-0, ndr).
E grande incubo per le bianconere allenate dal nuovo tecnico Joe Montemurro, che capitolano al Jordi Crujff Estadi con un pesante 0-6.

Le blaugrana sono aggressive sin da subito e trovano tra il 2′ e il 3′ l’uno-due micidiale firmato da Aitana Bonmati (assist di Putellas) e da Jenni Hermoso (assist di Graham Hansen).
Bonansea calcia debolmente al 5′, Paredes al minuto 11 segna di sinistro il gol del 3-0 e le reti blaugrana diventano quattro al 16′, quando Hermoso mette a segno la sua doppietta sul terzo assist di giornata di Alexia Putellas.

La Juventus è completamente in bambola, in balia del pressing e dei fraseggi catalani e delle proprie amnesie che colpiscono sia la difesa sia la mediana.
Senza un filtro a centrocampo e arrivando sempre seconde sul pallone, le bianconere scoprono il fianco a più riprese e dopo essere state graziate da Graham Hansen, vanno ko per la quinta volta grazie a Graham Hansen, sulla cui conclusione interviene male il pirtiere bianconero Peyraud-Magnin (27′).
Qualche minuto prima Lundorf aveva avuto la palla del 1-4 ma aveva calciato a lato, e stesso epilogo per Bonansea poco dopo il pokerissimo blaugrana.
Negli ultimi minuti del primo tempo Caldentey, autrice di una grande partita, sfrutta i buchi difensivi ma trova la respinta del portiere in corner; Sara Gama prova una conclusione di prima sugli sviluppi di un corner, ma calcia di molto a lato.

Nella ripresa il Barcellona chiude il set: errore in rinvio di Peyraud-Magnin, Vilamala cattura il pallone e scavalca il portiere con un pallonetto (48′).
Al 72′ l’estremo difensore francese salva a mano aperta sulla conclusione di Guijarro, poi Hermoso sbaglia il gol del possibile 7-0, e ancora Peyraud-Magnin deve fare gli straordinari su Guijarro per evitare una nuova capitolazione.
Nei minuti finali Bruna prima e Putellas poi mancano due importanti occasioni che avrebbero potuto rendere il passivo per la Juve ancora più pesante.

Mirko Marletta

Foto: Ac Milan.

Post Correlati

Leave a Comment