Donne Nel Pallone – Raffaella Giuliano, pronta a stupire anche a Seattle

Giovanissima. Raffaella Giuliano è una classe ’98 dal grande futuro. Che vivrà, ancora, il calcio che conta. Merito del suo talento, ma soprattutto del suo coraggio, della sua voglia di mettersi in gioco, della sua spensieratezza. Della sua determinazione, quella giusta per raggiungere un sogno. Azzurro, più che mai, come la maglia che l’ha consacrata, quella del Napoli, e quella che ama mettersi addosso per rendere onore alla sua patria, quella della Nazionale, da continuare a conquistare.

Raffaella Giuliano è un terzino, dal sinistro potente e preciso, forte del suo tiro dalla distanza, sempre pronto a prendere traiettorie insidiose, destinate ad infilarsi dove il portiere spesso non riesce ad arrivare. È una calciatrice instancabile, che corre, dribbla e non si affida al destino. Anzi, cerca di cambiarlo, o comunque di essere l’artefice dei suoi successi. Evitando gli insuccessi. Imparando, fin da piccola, che per diventare campione, nel suo caso campionessa, devi assolutamente metterci del tuo. E lei ha iniziato a farlo da quando era piccolissima, dal campetto sotto casa, nella strada, insieme agli amici, al fratello più grande. Senza spaventarsi delle ginocchia sbucciate a fine giornata. Di una spallata di troppo. La sua passione, lo dice lei ma lo immaginiamo bene noi, era troppo grande per restare lì, andava coltivata. Ed i suoi genitori l’hanno capito subito. Indicandole la strada. Affiancandola. Non lasciandola mai sola.

Scuola Calcio. Nell’U.S. Caianello. Per 4 anni insieme ai maschietti. Fino alla Rappresentativa Campania U15. Femminile. Arrivando, infine, nella sua squadra attuale: il Napoli Calcio Femminile, club con cui Raffaella, a soli 15 anni, da titolare, ha disputato anche un campionato di Serie A. Conferma della sua straordinaria forza. Del suo indiscutibile valore. “È stata proprio questa – afferma la giovane giocatrice campana – la stagione che mi ha fatto crescere di più. Ho affrontato squadre come Brescia e Verona, fortissime. Ma soprattutto, ci tengo tanto a dirlo, ho avuto nel gruppo grandi calciatrici, esempi per me, che mi hanno aiutato in ogni partita. In ogni allenamento“.

Dalla massima serie, Raffaella Giuliano ha raccolto anche più visibilità. Quella necessaria per cadere negli occhi della Nazionale Italiana. Ovviamente, per lei, U17. Con la scorsa stagione, in B, dove oltre ad un ottimo terzo posto con il team, ha ritrovato la maglia azzurra, quella dell’U19. In un solo raduno. Con la speranza, però, di tornarci. Con continuità. E per riuscirci, per crescere ancora, per lei una piccola grande parentesi a stelle e strisce. “Ho deciso di intraprendere questa esperienza americana – conclude Giuliano – a Seattle, nell’Osa Fc. In Women’s Premier Soccer League. La squadra ha già iniziato a giocare, mancano due partite per l’eventuale passaggio al turno successivo. Aspetto di compiere 18 anni per il mio primo match. Non vedo l’ora. Qui posso apprendere molto. Per me è molto importante. E voglio assolutamente provare a dare il mio contributo per scrivere qualcosa di bello qui“.

Fonte: GianlucaDiMarzio.com

Post Correlati

Leave a Comment