Brescia, Meleddu lascia il calcio: “Grazie a chi ha creduto in me”

Giulia Meleddu appende le scarpe al chiodo: il portiere classe ’97, che nell’ultima stagione ha militato nel Brescia in serie B, ha deciso di abbandonare il calcio per dedicarsi a una attività lavorativa dedicata alla botanica. Questo il suo messaggio tramite i suoi profili social: “Sono cresciuta pensando di saper fare bene solo una cosa: giocare a calcio. Per tutti ero quella sportiva, quella che giocava con i maschi, il maschio mancato. Non sono mai stata brava a scuola, calma o obbediente, ma in quel campo davo sempre il meglio di me. Crescendo ho capito che volevo maggiori responsabilità, così ho iniziato a fare il portiere e da lì poi non mi sono più schiodata, perché questo è stato sempre il mio grande amore, ma poi si cambia. È arrivato quel momento di guardarsi dentro e pensare, cosa vuoi davvero dalla tua vita? La bambina che ero e che c’è ancora dentro di me sicuramente avrebbe risposto giocare a calcio, ma non sono più una bambina e il mio cuore mi dice tutt’altro. Il mio cuore è tranquillo oggi perché ho trovato chi sa scaldarmelo e per una volta nella mia vita sento che posso riuscire a fare altro oltre che a stare in un campo. Sento che posso fare qualsiasi altra cosa, se ci metto la stessa passione che ho sempre messo tra i pali. E quindi eccoci qui a salutarci: addio amato calcio, mi hai insegnato più di tutti quegli anni passati su un banco di scuola, ma soprattutto mi hai dimostrato che io, posso fare qualsiasi cosa voglia. Grazie a chi a creduto in me e a chi non l’ha fatto, io comunque sono sempre andata per la mia strada. Il futuro ora non mi fa più paura. Sono grata di aver giocato con persone che ora sono in nazionale e di aver stretto legami importanti, sono grata di aver imparato e ascoltato, sono grata di tutto. Uno sport fa davvero la differenza. Grazie a voi tifosi, voi che avete creduto in me, grazie agli insegnanti e le compagne, che non lo sanno nemmeno quanto siano state importanti per me quando il mio cuore aveva bisogno di stabilità ed ora che sto bene, ed ora che il mio cuore è al sicuro, ecco ora sono pronta per dire addio a quello che è stato il mio più grande obiettivo, la mia più grande passione. Grazie Brescia che mi hai dato una possibilità, grazie Chievo che mi hai fatto crescere e grazie Mozzecane che mi hai dato consapevolezza. Grazie amato calcio. E grazie Giampi, infinitamente grazie”.

Foto: Brescia.

Post Correlati

Leave a Comment