Serie A | Poker per il Milan, Juventus inarrestabile

Bastano i primi quarantacinque minuti di gioco al Milan per mettere al sicuro i tre punti nel primo dei due lunch match della domenica di serie A: al Vismara le reti di Valentina Bergamaschi, Yui Hasegawa e Natasha Dowie nel primo tempo, e di Valentina Giacinti nella ripresa regalano la vittoria contro il Napoli Femminile e lanciano un chiaro segnale all’Inter in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia. La difesa rossonera trema dopo appena un minuto: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Emma Errico colpisce la palla con una mezza rovesciata e colpisce il palo. Successivamente Veronica Boquete pesca Natasha Dowie al limite dell’area, l’attaccante britannica supera Sabrina Tasselli e segna, ma l’arbitro Delrio annulla la rete per fuorigioco. Il vantaggio rossonero arriva ugualmente al 21′: Valentina Giacinti mette in movimento Linda Tucceri Cimini, il cross di quest’ultima viene deviato da Tasselli in uscita, la respinta però è corta e favorisce l’accorrente Valentina Bergamaschi che deposita comodamente la palla in gol, il suo secondo in campionato. Due minuti più tardi c’è subito il raddoppio Milan: Boquete lancia il pallone in area di rigore, Tasselli e Guony Arnadottir intervengono nel medesimo istante e si scontrano, Yui Hasegawa di testa appoggia il pallone in una porta sguarnita e realizza il gol del 2-0, il suo terzo dopo la doppietta alla Pink Bari. Il Milan crea ulteriori pericoli alla difesa del Napoli Femminile: Hasegawa effettua un cross che non trova la testa di Dowie, bensì quella di Boquete, e la palla termina sul fondo non di molto, e sempre il centravanti inglese ha una ghiottissima occasione per portare a tre le marcature, ma il suo controllo sul lancio della calciatrice nipponica è da dimenticare e favorisce l’intervento di Tasselli. Anche Giacinti, per un soffio, non arriva su un pallone velenoso proveniente da Bergamaschi, ma Dowie si riscatta a due minuti dal termine del primo tempo: Tucceri Cimini serve nuovamente Giacinti, il tiro del numero nove rossonero viene respinto da Tasselli, ma anche questa volta la respinta favorisce l’attacco del Milan con l’attaccante inglese che deve solo spingere il pallone in fondo alla rete e fissare il risultato sul 3-0. Undicesimo centro stagionale per la numero dieci rossonera. Nel secondo tempo arriva anche la quarta marcatura per le padrone di casa: Francesca Vitale crossa in direzione del capitano rossonero, che sfrutta sia il mancato intervento di Paola Di Marino che il rimbalzo seguente per calciare in maniera potente e precisa e realizzare così il suo diciassettesimo gol in diciotto gare.

Il big match di giornata tra Sassuolo e Juventus se lo aggiudicano le bianconere, le prime ad espugnare sin qui lo stadio Ricci: la doppietta di Valentina Cernoia tra primo e secondo tempo vale la vittoria che permette di mantenere il Milan distante a sei punti. Dopo una conclusione di Martina Rosucci dopo il corner calciato da Arianna Caruso, proprio Cernoia lancia Lina Hurtig a rete: Maria Luisa Filangeri la sposta leggermente e la colpisce successivamente in area, l’attaccante svedese calcia ugualmente ma Diede Lemey fa scudo e fa sua la sfera, ma l’arbitro Acanfora decide di non assegnare il penalty e lasciar proseguire. La difesa neroverde alza il muro sui tentativi di Sofie Pedersen e Andrea Staskova, e sfrutta le ripartenze che creano qualche grattacapo alla retroguardia bianconera: il cross basso di Benedetta Brignoli attraversa tutta l’area ma non trova nessuna compagna pronta a calciare, mentre il tiro dalla distanza di Valeria Pirone termina di poco alto sopra la traversa. L’episodio chiave arriva al 40′: Caruso prende palla in area e viene atterrata da Martina Lenzini, il direttore di gara non ha dubbi e assegna il tiro dagli undici metri che, in assenza di Cristiana Girelli inizialmente in panchina, vede Cernoia incaricarsene e spiazzare Lemey per realizzare il gol dell’1-0. Nella ripresa, la Juve colpisce subito: Hurtig fa valere la propria fisicità ed effettua un assist per Cernoia che colpisce male la palla, essa però scivola lentamente in fondo alla rete e vale il raddoppio nonchè la doppietta personale per la numero sette bianconera. Il Sassuolo ci prova con la neoentrata Haley Bugeja, che rileva Veronica Battelani, ma il suo rasoterra termina di un soffio sul fondo. La Juventus risponde ancora con Cernoia, che dal limite dell’area scarica un missile che si stampa in pieno sulla traversa, e poco dopo realizza il gol del 3-0 con Maria Alves, subentrata da pochi minuti a Hurtig, che sfrutta al meglio la palla in profondità di Caruso e di esterno destro supera Lemey in uscita. Juventus sempre più vicina al quarto scudetto consecutivo e matematicamente qualificata per la prossima Women’s Champions League. Per il Sassuolo debutto in serie A per la centrocampista classe 2003 Nicole Da Canal.

Milan – Napoli Femminile 4-0 (21′ Bergamaschi, 23′ Hasegawa, 43′ Dowie, 52′ Giacinti)

Milan (3-5-2): Korenčiová; Fusetti, Agard, Vitale; Bergamaschi, Jane (75′ Rask), Boquete, Hasegawa (75′ Grimshaw), Tucceri Cimini (84′ Kulis); Giacinti (cap.) (87′ Tamborini), Dowie (87′ Salvatori Rinaldi).
A disposizione: Piazza, Spinelli, Morleo, Mauri.
Allenatore: Maurizio Ganz

Napoli Femminile (4-3-3): Tasselli; Di Marino (cap.), Huynh (60′ Oliviero), Arnadottir, Cafferata (69′ Capparelli); Errico (46′ Cameron), Huchet (60′ Rijsdijk), Goldoni; Hjohlman, Nocchi, Popadinova (46′ L.Pedersen).
A disposizione: Boaglio, Fusini, Kubassova, Nencioni.
Allenatore: Alessandro Pistolesi

Arbitro: Michele Delrio di Reggio Emilia
Assistenti: Mirco Carpi Melchiorre di Orvieto e Tiziana Trasciatti di Foligno
Ammonizioni: 55′ Huynh (N), 65′ Di Marino (N), 77′ Rask (M)
Espulsioni: -.

Sassuolo – Juventus 0-3 (41′ Cernoia (rig.), 47′ Cernoia, 76′ Maria Alves )

Sassuolo (3-5-2): Lemey; Santoro (82′ Brundin), Lenzini, Orsi; Filangeri, Brignoli (82′ Pellinghelli), Mihashi, Tomaselli (74′ Da Canal), Battelani (66′ Bugeja); Pirone (cap.), Cambiaghi (73′ Monterubbiano).
A disposizione: Lauria, Giurgiu, Pondini, Ferrato.
Allenatore: Gianpiero Piovani

Juventus (4-3-3): Giuliani; Hyyrynen (87′ Berti), Gama (cap.), Salvai, Boattin (60′ Lundorf); Rosucci (70′ Zamanian), Pedersen (86′ Giordano), Caruso; Cernoia, Stašková, Hurtig (70′ Maria Alves).
A disposizione: Bačić, Sembrant, Caiazzo, Girelli.
Allenatrice: Rita Guarino

Arbitro: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia
Assistenti: Marco Cerilli e Matteo Pressato di Latina
Ammonizioni: 19′ Pedersen (J), 30′ Santoro (S), 78′ Maria Alves (J)
Espulsioni: -.

Risultati diciottesima giornata:
Fiorentina – As Roma 1-2 (21′ Baldi – 66′ Giugliano, 69′ Serturini)
Pink Bari – Inter 1-2 (44′ Novellino – 59′ Simonetti, 71′ Møller Hansen)
Empoli – Florentia San Gimignano 6-2 (4′ Caloia, 25′ Dompig, 56′ Dompig, 62′ Glionna, 75′ Miotto, 86′ Acuti – 52′ Cantore, 66′ Cantore)
Milan – Napoli Femminile 4-0 (21′ Bergamaschi, 23′ Hasegawa, 43′ Dowie, 52′ Giacinti)
Sassuolo – Juventus 0-3 (41′ Cernoia (rig.), 47′ Cernoia, 76′ Maria Alves)
San Marino Academy – Hellas Verona (domenica 18 aprile ore 15.00, diretta Timvision)

Classifica:
Juventus 54, Milan 48, Sassuolo 40, As Roma 34, Empoli 27, Fiorentina 26, Florentia San Gimignano 22^, Inter 21, Hellas Verona 16*, Napoli Femminile 9, San Marino Academy 9*, Pink Bari 3.
* una partita in meno
^un punto di penalizzazione

Lino Basso

Foto: Ac Milan

Post Correlati

Leave a Comment