Uwcl | Manchester City devastante, Fiorentina eliminata

La Fiorentina saluta la Uefa Women’s Champions League: all’Artemio Franchi il Manchester City si impone per 5-0 grazie alla doppiette di Ellen White e Samantha Mewis, quest’ultima subentrata a gara in corso, e al rigore trasformato da Caroline Weir, che permettono di ottenere la qualificazione ai quarti di finale ai danni del team guidato da Antonio Cincotta.

Nella Fiorentina l’unica variazione rispetto alla gara d’andata è l’inserimento di Lana Clelland dal primo minuto in coppia con Daniela Sabatino, mentre nel City  il trio offensivo è composto da Lauren Hemp, Ellen White, oggi capitano al posto di Steph Houghton, non convocata insieme a Lucy Bronze, e Janine Beckie: anche a causa del 3-0 maturato nella gara d’andata, sono inizialmente in panchina Ellie Roebuck, Chloe Kelly e Laura Coombs, e nell’undici iniziale figurano anche Karima Benameur tra i pali, Esme Beth Morgan, Rose Lavelle, e Keira Walsh.

Al 3′ un calcio piazzato di Alex Greenwood viene bloccato da Katja Schroffenegger, mentre un minuto dopo una pericolosa avanzata di Walsh è bloccata dalla retroguardia viola. Sempre il Manchester City si rende ancora pericoloso con White, che riceve palla in area ma la sua conclusione è intercettata provvidenzialmente da Louise Quinn. La Fiorentina prova a uscire dalla propria metà campo ma il possesso palla è sempre della formazione britannica, che all’ottavo minuto sblocca il risultato: un rapido scambio tra Georgia Stanway e Rose Lavelle permette a Lauren Hemp di appoggiarlo per l’accorrente White, che spedisce il pallone all’angolo sinistro e porta in vantaggio le Citizens. L’undici viola prova a scuotersi e un lancio di Sara Baldi mette in movimento ClellandBenameur però anticipa l’attaccante scozzese e sfuma così la prima occasione per una Fiorentina che riesce a rendersi pericolosa due minuti più tardi, quando Frederikke Thøgersen insegue con successo un pallone che serve alla stessa Clelland in area, il tiro del numero ventisei viola finisce tra i guanti di Benameur che evita pericoli bloccando il pallone in due tempi. Su capovolgimento di fronte, Schroffenegger devia una pericolosa conclusione di  Caroline Weir, e sul corner successivo il colpo di testa di Morgan fa finire il pallone sul viso di Martina Zanoli, ma per l’arbitro Saubli è calcio di rigore: sul dischetto si presenta la stessa Weir, che di precisione manda la palla in rete e sigla il gol del 2-0. Le padrone di casa tentano di accorciare le distanze al 23′, quando Clelland colpisce di testa in area ma la sfera termina fuori non di poco, mentre Janine Cordia evita un ulteriore pericolo per la difesa quando devia in modo determinante un insidioso assist di Beckie per Hemp.  Anche Schroffenegger ha il suo bel da fare per allontanare un altro pericoloso pallone spiovente, e sulla ripartenza Sabatino mette in movimento Baldi, ma Greenwood blocca l’attaccante e ferma l’avanzata offensiva. Sempre il difensore inglese allontana un pallone in area arrivato da un lancio di Clelland, e poco dopo Weir va vicinissima alla doppietta personale quando un suo tiro dalla distanza termina fuori di un soffio. La centrocampista scozzese crea un ennesimo pericolo per la difesa della Fiorentina, quando il suo assist smarca Hemp, ma la conclusione di quest’ultima è ribattuta da Schroffenegger. L’estremo difensore viola poi evita ancora una volta che il passivo diventi più pesante, quando respinge ottimamente una conclusione ravvicinata di White in area di rigore. La difesa della Fiorentina si complica la vita al minuto 33: Greta Adami compie un errore in fase di impostazione e il pallone finisce a Hemp, che si lascia alle spalle Thøgersen e serve un ottimo assist per White, che fredda Schroffenegger e sigla la doppietta che porta il risultato sul 3-0. Tre minuti dopo arriva però una potenziale chance per la Fiorentina: Valery Vigilucci porta palla e arriva nei pressi del limite dell’area, e mette un gran pallone per l’accorrente Baldi che però arriva con un attimo di ritardo e non riesce ad agganciarlo. Sempre Baldi nel finale di primo tempo ha un’altra grande occasione per accorciare le distanze: Thøgersen supera Morgan e avanza verso l’area, il suo cross basso trova l’attaccante viola che di punta calcia verso la porta e la palla termina fuori per questione di centimetri. Finisce così la prima frazione di gara.

Prima dell’inizio dei secondi quarantacinque minuti, il manager del City, Gareth Taylor, effettua due cambi: entrano Chloe Kelly e Samantha Mewis, escono Hemp e Weir. Il team inglese ha l’occasione al 52′ di allungare ulteriormente il divario, quando Stanway serve un gran assist per Beckie, l’attaccante canadese però si allunga troppo il pallone e ciò consente a Schroffenegger di poter uscire e scongiurare il pericolo. Un minuto dopo arriva anche la prima sostituzione per la Fiorentina: fuori Baldi, dentro Martina Piemonte. Il Manchester City va ancora vicino al 4-0 con Kelly, che arriva pericolosamente al limite dell’area ma poi calcia alto sopra la traversa, ci pensa però Mewis a lasciarsi alle spalle le dirette marcatrici e lasciar partire un diagonale non potente ma preciso. Le Citizens mettono così a segno il quarto gol, e a metà gara c’è spazio per altri cambi nelle fila della squadra britannica: escono White e Walsh, ed entrano Millie Davies e Laura Coombs. Le ragazze di Taylor possono gestire in assoluta tranquillità il proseguo del match, ma non disdegnano di creare nuovi pericoli alla difesa di una Fiorentina che cerca di pressare la portatrice di palla per sfruttare una eventuale ripartenza. A un quarto d’ora dalla fine, Tessel Middag recupera palla a centrocampo e serve Clelland, che a sua volta vede lo scatto in avanti di Thøgersen ma il suo assist è leggermente lungo e la giocatrice danese non riesce ad agganciare la sfera. Al 78′ arriva anche la quinta marcatura del Manchester City: Stanway riceve palla e vede l’inserimento di Kelly in area, quest’ultima mette in mezzo un pallone rasoterra che non trova l’intervento di Cordia, e ciò permette a Mewis di spingere il pallone in rete e realizzare così la doppietta che fissa il risultato sul 5-0. Clelland fa spazio all’ingresso in campo di Stephanie Breitner, mentre il City continua a proporsi in avanti e successivamente esce dal campo anche Beckie, al suo posto entra Aoife Mannion. Il finale di gara vede sempre le Citizens in avanti: Mewis ha la chance per la sua tripletta, ma il suo tiro in area questa volta è impreciso e viene fermato da Schroffenegger. Il risultato non subisce più variazioni: finisce quindi con una pesante sconfitta per l’undici viola, in una gara dove il divario tecnico ha fatto la differenza e che premia le ragazze di Gareth Taylor, che strappano così il pass per i quarti di finale.

Fiorentina – Manchester City 0-5 (8′ White, 18′ Weir (rig.), 33′ White, 60′ Mewis, 78′ Mewis)

Fiorentina (3-5-2): Schroffenegger; Cordia, Quinn, Adami (cap.); Thøgersen, Vigilucci, Middag, Baldi (54′ Piemonte), Zanoli; Sabatino, Clelland (78′ Breitner).
A disposizione: Ohrstrom, Forcinella, Papi, Pastifieri, Mani, Monnecchi.
Allenatore: Antonio Cincotta

Manchester City (4-3-3): Benameur; Stanway, Dahlkemper, Morgan, Greenwood; Lavelle, Walsh (64′ Coombs), Weir (46′ Kelly); Beckie (79′ Mannion), White (cap.) (63′ Davies), Hemp (46′ Mewis).
A disposizione: Roebuck, Keating, Park.
Allenatore: Gareth Taylor

Arbitro: Esther Saubli (Svizzera).
Assistenti: Susann Küng (Svizzera) ed Emilie Aubry (Svizzera).
Quarto ufficiale: Michèle Schmölzer (Svizzera).

Ammonizioni: -.
Espulsioni: -.

Lino Basso

Foto: Manchester City.

Post Correlati

Leave a Comment