Coppa Italia | La Fiorentina vince, ma passa l’Inter. Avanti anche la As Roma

La Fiorentina supera di misura l’Inter nella gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia, ma a staccare il pass per le semifinali è l’undici nerazzurro, in virtù del 2-0 del match di andata. Dopo un occasione per parte con Stefania Tarenzi e Claudia Neto, il match si sblocca al 37′: Sara Baldi si incarica di battere un calcio piazzato che trova Louise Quinn, che salta più in alto di tutte e di testa colpisce il pallone anticipando anche Gilardi in uscita. Il difensore irlandese realizza così il gol dell’1-0, che rimette in discussione il discorso qualificazione. Nella ripresa, Antonio Cincotta inserisce Margherita Monnecchi al posto di Janelle Cordia, nel tentativo di dare ulteriore spinta all’attacco viola, ma è l’Inter che per prima sfiora il pari: Gloria Marinelli si porta in avanti e rientra sul destro in area, il suo tiro a giro termina davvero di poco a lato. La Fiorentina ha una grande occasione al 68′: Daniela Sabatino controlla magistralmente un pallone giunto da un calcio di punizione battuto da Baldi, ma da buona posizione il suo tiro finisce tra le mani di Gilardi. L’undici viola non approfitta di una serie incredibile di chances per portarsi sul doppio vantaggio: un errore difensivo nerazzurro regala un’ottima palla a Sabatino, ma il numero nove viola anzichè avvicinarsi alla porta calcia di prima intenzione, mentre Clelland fallisce l’appoggio per Baldi che lanciata in contropiede sarebbe arrivata sola davanti all’estremo difensore dell’Inter. Dopo un tiro di Clelland sopra la traversa, al minuto 79 la formazione di casa spreca un’altra grossa occasione: il velo di Sabatino su assist di Valery Vigilucci permette a Clelland di prendere palla e tirare, la palla termina sul palo, ancora Vigilucci calcia a botta sicura ma Beatrice Merlo le nega la gioia del gol sulla linea di porta. Finisce quindi 1-0, ma è l’Inter ad accedere in semifinale dove troverà il Milan, per un derby che si preannuncia alquanto pirotecnico.

Altra larga vittoria della Roma: nonostante il 4-0 ottenuto in trasferta nella partita d’andata, mette una ulteriore ipoteca sul passaggio del turno rifilando sei gol alla Florentia San Gimignano. Le marcature si aprono già al terzo minuto: Francesca Imprezzabile colpisce il pallone con la mano in area e l’arbitro Vergaro della sezione di Bari assegna il penalty alle giallorosse, dagli undici metri si presenta Andressa che realizza il gol dell’1-0. Sei minuti più tardi arriva il raddoppio con Agnese Bonfantini, che spedisce il pallone all’angolo sinistro dopo una azione personale. Un uno-due che non mette ancora alle corde la formazione toscana, che accorcia subito le distanze con Sofia Cantore, abile a toccare quel poco che basta la palla per scavalcare Rachele Baldi in uscita, e al 18′ un salvataggio sulla linea di porta di Vanessa Bernauer sulla conclusione di Melania Martinovic evita quello che sarebbe stato la potenziale rete del pareggio. La Roma si ricompone e inizia a dilagare: Bonfantini mette in movimento Lindsey Thomas, l’esterno francese restituisce l’assist al numero ventidue giallorosso che di piatto infila Lia Lonni e sigla il gol del 3-1. Al minuto 33 arriva anche il quarto gol: una azione corale porta Andressa al tiro, Lonni respinge ma arriva Thomas che ribadisce in rete e porta la Roma avanti per 4-1. A cinque minuti dal termine va a segno anche Annamaria Serturini, che approfitta di una corta respinta dell’estremo difensore della Florentia San Gimignano sulla conclusione di Andressa e porta a cinque le reti giallorosse. Nella ripresa l’undici guidato da Elisabetta Bavagnoli gestisce le forze e amministra al meglio il proseguo del match, ma al 75′ va a segno anche Emma Severini, che effettua un gran tiro che finisce all’incrocio dei pali, frutto anche di una grande azione personale di Bonfantini. Al Tre Fontane finisce quindi con un rotondo 6-1, che permette alle giallorosse di qualificarsi per la semifinale che le vedrà opposte alla Juventus.

Lino Basso

Foto: As Roma.

Post Correlati

Leave a Comment