Serie A | La preview della dodicesima giornata

Serie A

La Juventus è campione d’inverno a 33 punti (punteggio pieno), seguita dal Milan a 30, sconfitta finora solo dalla stessa capolista, e da un ottimo Sassuolo al terzo posto a 25. Si consolida sempre più una lotta a due per il discorso scudetto, mentre in fondo alla classifica troviamo sempre il Napoli Femminile a 1 punto, dietro alla Pink Bari a 3 mentre la San Marino Academy è a quota 8. Questa prima giornata del girone di ritorno si aprirà sabato 23 gennaio alle 12.30 con l’interessantissimo scontro salvezza Napoli Femminile – Pink Bari, mentre domenica la Juventus sfiderà a Vinovo l’Hellas Verona e il Milan sarà ospite della Florentia San Gimignano.

Napoli Femminile- Pink Bari (sabato 23 gennaio, ore 12.30)
Si prevede un match molto combattuto tra le ultime della classe: una vittoria potrebbe valere una stagione e il pareggio starà stretto ad entrambe. Le azzurre in queste ultime gare hanno mostrato evidenti progressi, sapendo tener testa a squadre blasonate, tra cui l’AsRoma nell’ultima gara finita 3-2 per le giallorosse. Sembra però mancare ancora qualcosa alla squadra di Pistolesi che nonostante gli sforzi profusi non riesce mai a portare a casa punti utili alla salvezza e in questa sfida dovrà fare i conti anche con alcune assenze in rosa causa infortunio. Nel frattempo grazie anche alle ultime due reti in azzurro, Evdokija Popadinova è stata insignita del titolo di miglior calciatrice di Bulgaria per la quinta volta nella sua carriera. Stesso discorso in casa barese, fino a oggi vittoriosa solo contro le partenopee nel girone d’andata: i progressi nelle ultime gare sono tangibili, buona la gara contro la Florentia terminata 0-1 dove un pareggio forse sarebbe stato più conforme a quanto dimostrato in campo, ma è spesso l’errore di qualche singola a condannare le biancorosse alla sconfitta. Nuovi innesti in difesa e in attacco con gli arrivi di Francesca Quazzico e Maria Zecca, rispettivamente da Inter e As Roma. È davvero difficile azzardare un pronostico.

As Roma – Sassuolo (sabato 23 gennaio, ore 12.30)
Campionato al di sotto delle aspettative per le giallorosse che proveranno a risalire la classifica contro la rivelazione Sassuolo. Reduci dalla vittoria sofferta contro il Napoli Femminile, le lupacchiotte sembrano aver finalmente trovato la via del gol. Il totale delle reti realizzate non rendeva giustizia a quanto dimostrato in campo nelle precedenti gare, vedremo se ciò sarà confermato anche con una squadra di livello come quella emiliana. Nel frattempo Osinachi Ohale ha salutato Roma per trasferirsi al Madrid Cff. La vittoria sull’Empoli ha permesso alle neroverdi di allungare il divario di ben 8 punti sulle stesse toscane, dirette inseguitrici. Il Sassuolo in virtù dei risultati ottenuti fino a oggi è tuttavia ormai abituato a pensare in grande, tanto che cercherà il colpaccio al Tre Fontane, auspicando un passo falso del Milan al Santa Lucia, per poter riaprire il discorso Champions.

San Marino Academy – Empoli (sabato 23 gennaio, ore 14.30)
La formazione del Titano al momento sta riuscendo a distanziarsi da Pink Bari e Napoli Femminile e la salvezza, che è priorità assoluta come obiettivo stagionale, al momento sembra possibile. Buona per circa 75 minuti la gara contro la Fiorentina ma alla lunga le viola hanno mostrato la loro superiorità tecnica. Recuperata qualche giocatrice dal numeroso gruppo di positive al coronavirus che ha decimato la squadra nella scorsa settimana (ancora assenti solo Ciccioli, Brambilla e De Sanctis), contro l’Empoli c’è tanta voglia di riscatto da quel maledetto 10-0 dell’andata, ma anche le toscane hanno fame di vittoria dopo il tonfo contro il Sassuolo. In settimana partenza per Camilla Labate, direzione Lazio. L’Empoli è al quarto posto in classifica a 17 punti assieme alla Fiorentina e scenderà in campo per vincere, tentando di ridurre la distanza sul Sassuolo e di sganciarsi dal gruppo di metà classifica composto da cinque squadre racchiuse tra i 14 e i 17 punti. Sicuramente non sarà la stessa passeggiata della gara di andata.

Inter – Fiorentina (domenica 24 gennaio, ore 12.30)
All’andata fu un disastro per le nerazzurre, ma dopo l’avvio di campionato deludente qualcosa di buono è stato fatto, quanto basta per vivacchiare a medio-bassa classifica in acque sicure, ma è ancora troppo poco: domenica la squadra di Sorbi proverà a riscattarsi da quello 0-4 subito al Franchi a fine agosto. In casa viola quell’avvio arrembante a cui hanno seguito altre vittorie sembrava dare migliori aspettative per questo campionato, ma è stato un fuoco di paglia e in seguito i numerosi infortuni hanno fatto il resto, l’obiettivo Champions sembra ormai sfumato e le toscane cercheranno di fare del proprio meglio in questo girone di ritorno per poter salvare il salvabile. Sono ancora molte le indisponibili per Melani, ma la formazione d’emergenza di domenica scorsa si è dimostrata all’altezza della situazione nella vittoria su San Marino. Gara di difficile pronostico, entrambe le squadre cercheranno la vittoria.

Juventus – Hellas Verona (domenica 24 gennaio, ore 14.30)
Le bianconere in questo campionato sembrano non arrestarsi mai di fronte a qualsiasi avversario: ottimo lo stato di forma di Cristiana Girelli che guida la classifica marcatori avendo realizzato 12 reti delle 33 realizzate in totale dalle zebre che si attestano miglior attacco del campionato. Ormai è una scontata consuetudine scrivere ogni settimana che la squadra di Rita Guarino scenderà in campo per vincere. Dall’altra parte ci sarà l’Hellas Verona reduce dalla sconfitta di misura contro il Milan, che cercherà innanzitutto di difendersi provando a sfruttare le ripartenze com’è solita fare. Per le scaligere un pareggio sarebbe un ottimo risultato.

Florentia San Gimignano – Milan (domenica 24 gennaio, ore 14.30)
Le ragazze di Carobbi nelle partite in casa si sono sempre dimostrate un avversario ostico per qualsiasi squadra, Juventus compresa, e dopo l’ultima vittoria in casa della Pink Bari tenteranno il colpaccio anche contro la seconda potenza del campionato, un impegno che risulta comunque difficile ma non impossibile. Dalle parole di Serena Ceci in una recente intervista l’obiettivo di questa stagione ormai non è più la salvezza, bensì è il quarto posto e nella fattispecie la conclusione di campionato davanti alle rivali toscane Fiorentina ed Empoli. Il Milan, miglior difesa del campionato con sole 4 reti subite, rimane in scia della Juventus grazie all’ultima vittoria di misura sull’Hellas Verona e al Santa Lucia cercherà un nuovo successo, anche per rifarsi da quanto accaduto l’anno scorso quando perse la qualificazione in Champions dopo la sconfitta a opera delle stesse neroverdi.

Fabrizio Massi

Post Correlati

Leave a Comment