Serie C e Primavera, dubbi e speranze per il prosieguo dei campionati

Il protocollo della serie A ha permesso finora la disputa di tutte le gare in programma. La massima divisione non è dunque a rischio. Seppur con molte incertezze e tanti rinvii anche la serie B sta proseguendo. Nella seconda serie, tuttavia, nessuna squadra è riuscita a disputare tutte le undici gare finora in programma: Riozzese Como, Brescia, Cesena, Orobica e Pontedera arrivano a dieci ma c’è un grosso problema legato alla Roma Cf, ferma a cinque e con già in programma il rinvio del derby contro la Lazio. Dopo dodici giornate, dunque, la formazione giallorossa dovrà affrontare ben sette recuperi. Tra gli addetti ai lavori le maggiori preoccupazioni sono per serie C e campionato Primavera. La Divisione Calcio Femminile ha già annunciato la cancellazione della Coppa Italia di serie C. Dopo l’interruzione, il campionato dovrebbe invece riprendere domenica 24 gennaio con la quinta giornata dei gironi A, C e D e la sesta del girone B, mentre il 10 e il 17 gennaio dovrebbero svolgersi i recuperi per le squadre che hanno posticipato delle partite. I dubbi sul fatto che tutti i club riescano a rispettare i protocolli garantendo tamponi ai tesserati è elevato. Delle 47 squadre infatti alcune sono già strutturate e pronte per la categoria superiore ma altre hanno difficoltà economiche e organizzative. Inoltre la fine del campionato è posticipata al 20 giugno. Nulla è invece ancora deciso per il campionato Primavera. Secondo alcune indiscrezioni raccolte dalla redazione di donnenelpallone.com il calendario regolare potrebbe riprendere il 28 febbraio con la sedicesima giornata (la quinta di ritorno). Verrebbe cancellato quindi un intero girone (dalla sesta di andata alla quindicesima, la quarta di ritorno). Nelle domeniche precedenti si potrebbero recuperare le partite non disputate. Il campionato riprenderebbe quindi regolarmente, con la classifica finale dei due gironi che si baserebbe solo su undici partite e non su ventidue. Si procederebbe poi ai play-off per assegnare lo scudetto, come da calendario. A causa di questa modifica del format in corso di stagione diverse società avrebbero richiesto lo slittamento dell’abolizione dei due gironi per vicinanza geografica, sostituendoli con il Primavera 1 e il Primavera 2 per criteri di merito come nel maschile, di un’altra stagione, ovvero all’estate 2022.

Federico Scarso

Foto: Fabio Cittadini.

Post Correlati

Leave a Comment