Sassuolo, Piovani: “Insulti a Guarino? Inesistenti. Ci rispettiamo e stimiamo”

Gianpiero Piovani ha ricevuto una giornata di squalifica dal giudice sportivo “per aver rivolto, a fine gara, all’allenatrice della squadra avversaria frase offensiva. Infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale”. Quanto riportato sul comunicato, però, non sembra coincidere con quanto accaduto negli spogliatoi di Vinovo al termine della sfida vinta dalla Juventus sul Sassuolo con il punteggio di 4-0. Abbiamo raggiunto telefonicamente il tecnico neroverde, per avere la sua versione: “Tra me e Rita Guarino c’è un rapporto di stima che va al di là del campo. A fine partita abbiamo parlato tranquillamente e ci siamo fatti i complimenti reciprocamente. Anzi, mi ha fatto molto piacere il fatto che mi abbia detto che il 4-0 finale fosse un risultato esagerato e che probabilmente la loro vittoria fosse meritata ma non con uno scarto simile. Della giornata di squalifica può anche non importarmi più di tanto, mi interessa però non passare per quello non sono. Da giocatore avevo la fama di essere focoso, e lo sono tuttora quando sono in panchina. Tuttavia non ho mai mancato di rispetto a nessuno e di insulti, a maggior ragione a Rita, non ne ho detto. Ho avuto una piccola discussione con la team manager bianconera, ma nessuno dei due ha insultato l’altro. Non mi capacito di questa decisione, in quanto i collaboratori della Procura Federale si trovavano a due metri da me e Rita quando abbiamo parlato. Ho già sentito l’avvocato della società, valuteremo se fare ricorso. A me, ripeto, interessa principalmente la tutela della mia immagine. Non andare in panchina contro l’Hellas Verona sarebbe comunque ingiusto”.

Federico Scarso

Foto: Sassuolo.

Post Correlati

Leave a Comment