Inghilterra | Super League, ManUtd batte l’Arsenal e conquista la vetta

Super League

La sesta giornata della Barclays Fa Women’s Super League offre un clamoroso cambio al vertice. Il Manchester United batte l’Arsenal per 1 a 0 e conquista la vetta della classifica.

Sotto la fitta pioggia che ha colpito Manchester, lo United si rende autore di un’ottima prova, tanto che il solo gol realizzato non ripaga a pieno per quanto fatto sul campo.

Casey Stoney punta su Press come unica punta in assenza di Russo, con l’altra centravanti James impiegata soltanto nella ripresa.

Coach Montemurro lascia in panchina la n°10 Little e Jill Roord, affidandosi davanti sulla temutissima Vivianne Miedema.

L’Arsenal prova ad alzare i ritmi nei primi minuti ma è lo United a creare le poche occasioni da gol che la prima frazione di gioco offre.

Press prova a violare la porta difesa da Zinsberger in due occasioni, calciando prima alto e trovando la respinta del portiere poi.

Infine Ladd non sfrutta a dovere un pallone perso da van de Donk al limite dell’area, graziando la retroguardia delle Gunners.

United in auto-Toone

La ripresa offre una partita più combattuta e con più occasioni da gol, con lo United che con Press, Ladd, Turner e Heath manca di poco il bersaglio grosso.

Per vedere l’Arsenal in azione bisogna aspettare 61′ di gioco ed Earps deve intervenire sulla conclusione non irresistibile di Mead, su una pericolosa di Foord e in maniera decisiva sull’intervento di Turner che rischia di insaccare nella sua porta.

L’ingresso di Zelem porta geometrie e qualità a centrocampo e l’ex bianconera prova a sbloccare il risultato, ma le sue conclusioni sono troppo deboli.

Quello di Sigsworth risulta decisivo ai fini del risultato. Al 83′ la giocatrice va via a Schnaderbeck e serve in mezzo per Toone che insacca per l’1-0.

Staniforth manca due opportunità per il raddoppio, gli attacchi finali dell’Arsenal non portano al pari sperato dalle Gunners.

Chelsea vince e si afficina alla vetta della Super League

Il Chelsea campione d’Inghilterra approfitta del ko esterno dell’Arsenal e si porta a -3 punti dalla vetta, con una partita ancora da recuperare.

Il 4-0 rifilato all’Everton è un risultato giusto e pesante allo stesso tempo per le avversarie, capace di creare pochissime occasioni da rete.

Come nel caso di Egurrola che prova a sbloccare il risultato a inizio partita, che non sfrutta un regalo del portiere avversario mandando a lato.

Passa la paura e il Chelsea prende in mano il pallino del gioco, sbloccando il risultato con Ji che pesca dal cilindro una conclusione rasoterra e angolata.

La giocatrice sud coreana in due occasioni non riesce a raddoppiare, così come le compagne di squadra England e Harder, con quest’ultima che manda fuori un’occasione clamorosa.

Il secondo tempo comincia con la respinta di MacIver sul tiro di England e il tentativo di tacco di Bright che manda sopra la traversa.

L’Everton tira fuori la testa con Raso che trova una deviazione in corner, ma il Chelsea rifila due ganci da ko con England che realizza la sua doppietta tra il 74′ e il 75′, spegnendo ogni speranza avversaria di riaprire la partita.

Le ospiti si vedono con il palo colpito da Egurrola al 89′ e nel recupero Harder trova un tiro sotto l’incrocio dei pali per il 4-0 finale.

Le altre partite

Il Manchester City dilaga rifilando 8 reti al Bristol City, che aveva già subito un pesante passivo in casa del Chelsea il 13 settembre, perdendo per 0-9.

Botta e risposta nel giro dei primi minuti di gioco. Citizens in vantaggio al 9′ con l’autogol del portiere Baggaley, pari delle ospiti con Salmon al 11′.

Il Bristol regge fino al 39′, quando il City rifila tre ganci dritti al corpo con Cooms, Walsh e Bronze che chiudono la prima frazione di gioco sul 4-1.

Nella ripresa White serve l’assist per il 5-1 realizzato da Stanway e poi realizza il provvisorio 6-1. Al 82′ Beckie trafigge Baggaley con un rasoterra e nuovamente White al 85′ chiude il match sul 8-1.

Delusione in casa Tottenham che non va oltre il pari contro il Reading. Le Spurs passano in svantaggio al 13′ a causa del colpo di testa di Chaplen.

Il gol del pareggio arriva al minuto 25 con Neville, ma è un fuoco di paglia in un match che registra l’esordio di Alex Morgan nella ripresa.

Vittorie esterne a sorpresa per l’Aston Villa, che batte il Brighton per 2 a 0, e del West Ham che vince per 2-1 in rimonta sul campo del Birmingham.

In classifica della Super League comanda il Manchester United a quota 16 punti davanti all’Arsenal a 15, a Chelsea* ed Everton a 13 e al Manchester City a 11.

Seguono Reading a 8 punti, Birmingham a 6, Brighton a 5, West Ham a 4, Aston Villa** a 3, Tottenham a 2 e Bristol City a quota 0.

In asterisco il numero di partite da recuperare.

Post Correlati

Leave a Comment