Euro 2021 | Cinque squadre qualificate, sei sicure almeno del secondo posto

Oltre all’Inghilterra padrona di casa, sono quattro le nazionali certe di un posto alla fase finale di Euro 2021: si tratta di Olanda, Danimarca, Norvegia e Germania. Altre sei formazioni, ovvero Russia, Italia, Francia, Austria, Svizzera e Belgio, sono già certe di avere almeno un posto ai play-off. Si qualificano tra le migliori sedici del vecchio continente le prime di ciascun girone e le tre migliori seconde, escludendo i risultati delle partite giocate contro l’ultima in classifica per le squadre dei gruppi A e B che sono con una formazione in più. Le restanti seconde verranno accoppiate tramite sorteggio e si affronteranno in una sfida di andata e ritorno. Le tre vincitrici saranno le ultime qualificate.

Gruppo A
L’Olanda è ormai certa del primo posto nel girone dopo nove vittorie su nove gare disputate. La Russia, che ha già perso entrambe le sfide con la capolista, non può sbagliare se vuole tentare la qualificazione diretta. Avendo sei punti di vantaggio sulla Slovenia, terza, e avendo vinto entrambi gli scontri diretti a due giornate dalla fine, le russe sono comunque certe del secondo posto e di avere almeno un posto ai play-off assicurato. Oltre alle slovene non hanno più possibilità di volare in Inghilterra neppure Kosovo, Turchia ed Estonia.

Gruppo B
Il successo contro l’Italia regala alla Danimarca la certezza di almeno un posto tra le migliori seconde ma per ottenere la sicurezza del primato basterà non perdere con più di un gol di scarto la sfida di ritorno oppure 0-3. L’1-3 farebbe comunque stare tranquille le danesi in virtù della migliore differenza reti (le azzurre dovrebbero vincere il recupero contro Israele con almeno ventitré gol di scarto). La formazione di Milena Bertolini è già certa del secondo posto, con buone possibilità di staccare il pass diretto per la fase finale, dato che Bosnia ed Erzegovina, Israele, Malta e Georgia sono troppo lontane in classifica.

Gruppo C
La Norvegia a punteggio pieno è certa del primo posto. Si giocano la seconda piazza Galles (11 punti in 7 partite), Irlanda del Nord (8 punti in 6 gare) e Bielorussia (6 punti su 5 incontri). Di queste solo la Bielorussia ha la possibilità di raggiungere quota 15 punti, il minimo a oggi per poter rientrare tra le migliori seconde. Anche in caso di tre vittorie nelle ultime tre partite la qualificazione diretta alla fase finale sarebbe un miraggio, considerando che già due squadre hanno superato quota 15 punti e una, l’Italia, si trova proprio a quella soglia con due match ancora da giocare. Certe dell’eliminazione in questo gruppo solo le Isole Fær Øer, ferme a quota 0.

Gruppo D
La Polonia guida il raggruppamento con 14 punti in 7 partite tamponata dalla Repubblica Ceca a una sola lunghezza di distanza. La probabile capolista finale sarà però la Spagna, anche lei a quota 13 ma con ben due partite in più da giocare rispetto alle dirette concorrenti. Polacche e ceche si giocano così il secondo posto nell’ultima gara: le prime affronteranno le favorite iberiche mentre le seconde sfideranno la Moldavia, già certa dell’eliminazione come l’Azerbaigian.

Gruppo E
Lotta a tre per i primi due posti con Finlandia, Portogallo e Scozia ancora ampiamente in corsa. È il girone in cui finora si è giocato meno, quindi ogni combinazione tra queste tre squadre è ancora aperta. Fuori dai giochi, invece, Albania e Cipro.

Gruppo F
La Svezia è certa del primato del girone: i sei punti di vantaggio sull’Islanda grazie al doppio scontro diretto favorevole fanno stare tranquille le scandinave. Le islandesi hanno buone possibilità di evitare i play-off e di conquistare comunque la qualificazione diretta in caso di secondo posto ma non devono commettere passi falsi per evitare un ritorno della Slovacchia, indietro di soli tre punti e con lo scontro diretto da giocare nell’est Europa. Nessuna possibilità di volare in Inghilterra per Ungheria e Lettonia.

Gruppo G
Francia e Austria, appaiate a 16 punti, si contendono il primato. Decisive saranno le ultime due partite, tra cui lo scontro diretto. Chi non sarà prima avrà comunque garantita la seconda piazza, con buone possibilità di rientrare tra le tre migliori seconde. Niente da fare per Serbia, Irlanda del Nord e Kazakistan.

Gruppo H
La Svizzera guida con 19 punti, il Belgio insegue con 18. Manca solo il secondo scontro diretto, con un pareggio che potrebbe far felici entrambe le formazioni. 19 punti è infatti un ottimo risultato e difficilmente non basterà per rientrare tra le migliori tre seconde. Non hanno più nulla da chiedere alla competizione Romania, Croazia e Lituania.

Gruppo I
La Germania è sicura del primo posto, con sette vittorie in altrettante gare. Irlanda (13) e Ucraina (12) si giocano l’accesso ai play-off, con speranze quasi nulle di risultare tra le tre migliori seconde. Le irlandesi ospiteranno le tedesche, favorite ma con il biglietto per l’Inghilterra già in tasca, e saranno chiamate all’impresa perché le ucraine affronteranno in casa il Montenegro, ancora fermo a 0 punti e di conseguenza matematicamente eliminato alla pari della Grecia.

Classifiche (tra parentesi il numero di gare disputate):
Gruppo A (10 gare a squadra da disputare): Olanda 27 (9), Russia 18 (8), Slovenia 12 (8), Kosovo 10 (8), Turchia 2 (8), Estonia 1 (8).
Gruppo B (10 gare a squadra da disputare): Danimarca 27 (9), Italia 21 (8), Bosnia ed Erzegovina 15 (9), Israele 7 (8), Malta 4 (8), Georgia 0 (8).
Gruppo C (8 gare a squadra da disputare): Norvegia 18 (6), Galles 11 (7), Irlanda del Nord 8 (6), Bielorussia 6 (5), Isole Fær Øer 0 (6).
Gruppo D (8 gare a squadra da disputare): Polonia 14 (7), Spagna 13 (5), Repubblica Ceca 13 (7), Moldavia 3 (5), Azerbaigian 0 (6).
Gruppo E (8 gare a squadra da disputare): Finlandia 13 (5), Portogallo 10 (4), Scozia 9 (4), Albania 3 (6), Cipro 0 (5).
Gruppo F (8 gare a squadra da disputare): Svezia 19 (7), Islanda 13 (6), Slovacchia 10 (6), Ungheria 7 (7), Lettonia 0 (8).
Gruppo G (8 gare a squadra da disputare): Francia 16 (6), Austria 16 (6), Serbia 12 (7), Macedonia del Nord 3 (7), Kazakistan 0 (6).
Gruppo H (8 gare a squadra da disputare): Svizzera 19 (7), Belgio 18 (7), Romania 9 (7), Croazia 4 (6), Lituania 0 (7).
Gruppo I (8 gare a squadra da disputare): Germania 18 (6), Irlanda 13 (7), Ucraina 12 (7), Grecia 7 (7), Montenegro 0 (7).

Classifica tra le seconde di ogni girone (tra parentesi il numero di gare disputate):
Belgio 18 (7), Austria 16 (6), Italia 15 (6), Spagna 13 (5), Islanda 13 (6), Irlanda 13 (7), Russia 12 (6), Galles 11 (7), Portogallo 10 (4).

Federico Scarso

Foto: Figc.

Post Correlati

Leave a Comment