Nazionale | Tutto facile per le azzurre: cinquina alla Bosnia

L’Italia ha vita facile a Zenica e trionfa contro la Bosnia ed Erzegovina con un netto 0-5. Le ragazze di Milena Bertolini, che complici le contemporanee assenze di Gama e Salvai per infortunio lancia per la prima volta dal primo minuto Tortelli, hanno da subito il predominio nel gioco ma non riescono a rendersi davvero pericolose fino al 18′ quando Rosucci verticalizza su Sabatino che, spalle alla porta, mette una palla filtrante di prima intenzione per l’accorrente Galli che porta in vantaggio le azzurre. Il raddoppio arriva al 39′ quando Vujadin intervenendo su un lancio di Mascarello mette involontariamente la palla sui piedi di Girelli. L’uscita di Envera Hasanbegović mura la prima conclusione ma il portiere bosniaco non può nulla sulla ribattuta. Nella ripresa la musica non cambia a dopo appena tre minuti Mascarello calcia male solo davanti al portiere non inquadrando la porta. Tra il 55′ e il 64′ arrivano ben tre calci di rigore per l’Italia. Prima Kršo commette fallo su Rosucci, venendo ammonita. Dal dischetto Girelli non perdona. Dopo Damjanović atterra Bartoli al limite, ma l’arbitro erroneamente valuta l’intervento all’interno dell’area di rigore:  la numero 10 stavolta dal dischetto si fa ipnotizzare da Envera Hasanbegović calciando nello stesso angolo della prima volta: l’estremo difensore bosniaco è bravo a distendersi e respingere la non perfetta conclusione avversaria. Il terzo penalty arriva per un tocco di braccio di Melisa Hasanbegović, con Girelli che non sbaglia firmando la tripletta personale. Nel finale arriva il quinto gol con la zampata di Linari, brava a sbucare sul secondo palo e a deviare in rete con l’aiuto del palo un calcio d’angolo battuto dalla neo entrata Caruso. Tre punti facili ma importanti per l’Italia, che resta a punteggio pieno del gruppo 2 di qualificazione agli Europei.

Bosnia ed Erzegovina – Italia 0-5 (19′ Galli, 40′ Girelli, 56′ Girelli (rig.), 65′ Girelli (rig.), 88′ Linari)

Bosnia ed Erzegovina (4-5-1): E. Hasanbegović; Bektaš, M. Hasanbegović (cap.), Vujadin, Kršo; Gačanica (84′ Jelčić), Grebenar (76′ Milinković), Kapetanović, Velagić, Gavrić (53′ Krajšumović); Damjanović.
A disposizione: Gvozderac, Kundić, Šimić, Hamzić, Šakotić,, Milović, Hrelja, Haračić, Hasić.
Ct: Samira Huren.

Italia (4-4-2): Giuliani; Bartoli, Tortelli, Linari, Boattin (67′ Glionna); Galli, Mascarello (77′ Caruso), Rosucci, Bonansea; Girelli (cap.), Sabatino (56′ Giacinti).
A disposizione: Schroffenegger, Durante, Bergamaschi, Di Guglielmo, Tarenzi, Fusetti, Polli, Tucceri Cimini, Prugna.
Ct: Milena Bertolini.

Arbitro: Silvia Domingos (Portogallo).
Assistenti: Cátia Tavares (Portogallo) e Tatiana Maria Santos Martins (Portogallo).
Quarto ufficiale: Beatriz Filipa Matos Veloso Campos (Portogallo).

Ammonizioni: 41′ Gačanica (B), 55′ Kršo (B), 74′ Grebenar (B).
Espulsioni: -.

Nota: 61′ E. Hasanbegović (B) para rigore a Girelli (I).

Federico Scarso

Foto: Figc.

Post Correlati

Leave a Comment