Nazionale | Bertolini: “Contro la Bosnia servirà pazienza. Sono brave a difendersi”

Era il 7 marzo quando le ragazze di Milena Bertolini affrontarono la Nuova Zelanda in Algarve Cup, dopodiché un lungo stop dovuto alla pandemia di coronavirus. Così l’Italdonne riparte scendendo in campo domani a Zenica contro la Bosnia ed Erzegovina (diretta ore 16 su Rai 2).

Una gara molto importante per assicurarsi la qualificazione ai prossimi Europei: Italia e Danimarca si trovano in testa alla classifica del girone a punteggio pieno in sei gare disputate, tallonate proprio dalle bosniache a tre punti di distanza ma con due partite giocate in più. Le balcaniche sono uscite sconfitte dall’ultima partita in casa contro le danesi per 0-4, mentre un anno fa a Palermo venivano battute dalle azzurre per 2-0. Una vittoria dell’Italia chiuderebbe ogni possibilità alle bosniache di qualificarsi all’Europeo, così facendo rimarrebbe una corsa al primo posto con la sola Danimarca. Le rossocrociate godono però di una differenza reti migliore, per cui non solo sarà importante vincere, ma anche segnare il più possibile. Accede infatti direttamente alla fase finale del torneo solo la prima classificata di ogni girone, mentre la seconda dovrà disputare i play-off. Per questo saranno molto importanti gli scontri diretti che si disputeranno il 27 ottobre a Empoli e il 1° dicembre a Viborg e appunto la differenza reti.

Nel pomeriggio della vigilia le azzurre hanno svolto l’allenamento di rifinitura presso il Football Training Centre di Zenica. Il ct Milena Bertolini, che dovrà fare a meno di Giugliano squalificata e delle escluse Pettenuzzo, Filangeri e Simonetti, rimane sempre con la guardia alta. Queste le dichiarazioni rilasciate alla Figc: “La Bosnia è una squadra brava a chiudersi che difende con tantissime giocatrici e non concede spazi. Dovremo essere pazienti e molto concentrate, restando dentro alla partita fino all’ultimo minuto. Da qui in avanti tutte le partite che disputeremo saranno delle finali, le ragazze sono cariche e concentrate, consapevoli dell’importanza di questa gara e vogliose di tornare a indossare dopo tanto tempo la maglia azzurra”.

Le convocate azzurre:
Portieri: Laura Giuliani (Juventus), Francesca Durante (Hellas Verona), Katja Schroffenegger (Fiorentina);
Difensori: Laura Fusetti (Milan), Elena Linari (Bordeaux), Alice Tortelli (Fiorentina), Valentina Bergamaschi (Milan), Lucia Di Guglielmo (Empoli), Elisa Bartoli (As Roma), Lisa Boattin (Juventus), Linda Tucceri Cimini (Milan);
Centrocampiste: Marta Mascarello (Fiorentina), Aurora Galli (Juventus), Martina Rosucci (Juventus), Cecilia Prugna (Empoli), Arianna Caruso (Juventus);
Attaccanti: Cristiana Girelli (Juventus), Valentina Giacinti (Milan), Daniela Sabatino (Fiorentina), Stefania Tarenzi (Inter), Barbara Bonansea (Juventus), Benedetta Glionna (Empoli), Elisa Polli (Empoli).

Fabrizio Massi

Foto: Figc.

Post Correlati

Leave a Comment