La Figc e Fiona May al fianco di Oxfam Italia

La Figc e Fiona May scendono in campo al fianco di Oxfam Italia per sostenere la campagna di raccolta fondi ‘Sfido la fame’. Ancora oggi una persona su nove nel mondo soffre di insicurezza alimentare. Sono 795 milioni di persone, donne per la maggior parte, che il mondo più fortunato non deve abbandonare. E paradossalmente, il 98% di chi fa ancora i conti con una cronica carenza di cibo vive di agricoltura e allevamento nei paesi in via di sviluppo. Un dramma, quello della fame nei paesi poveri, che rischia nel 2016 di incrementarsi ulteriormente. Molte donne sono costrette a lottare ogni giorno per sfamare la propria famiglia. Si stima, che se avessero gli stessi diritti e le stesse opportunità degli uomini, si potrebbero sfamare 150 milioni di persone in più e ridurre la fame del 19%.

Oxfam lancia la campagna di raccolta fondi ‘Sfido la fame’, grazie alla quale sino al 9 maggio sarà possibile donare un aiuto di 2 o 5 euro con un sms solidale o chiamata da telefono fisso al 45509. Insieme a Oxfam, protagonista della Campagna, Fiona May, ex campionessa mondiale di salto in lungo, attualmente Responsabile della Commissione per l’Integrazione della Figc e Capo Delegazione della Nazionale Under 19 femminile di calcio.

“Nessuno deve più morire di fame nel mondo – l’appello di Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia – con la campagna ‘Sfido la fame’ sosterremo le comunità agricole in Etiopia, Sudan, Tanzania, Haiti, Tunisia, Marocco e Libano. Partiamo dalle donne, che rappresentano i 2/3 degli agricoltori più poveri del mondo, guadagnano solo 1/3 del reddito mondiale, e sono quelle che spesso da sole assicurano risorse e benessere alle loro famiglie e comunità. Non dimentichiamo che sono loro a produrre la maggior parte del cibo e a sfamare intere famiglie, eppure quasi mai hanno accesso a risorse, terra, credito e formazione. Colmare il divario tra uomini e donne, in termini di opportunità e accesso alle risorse, è cruciale e potrebbe da subito salvare dalla fame fino a 150 milioni di persone. Siamo quindi davvero grati alla FIGC e ad una campionessa come Fiona May per essere al fianco del nostro impegno per la costruzione di un mondo più giusto”.

“Garantire la sicurezza alimentare a milioni di donne che ogni giorno sfidano la fame lottando contro ingiustizia, discriminazione e povertà – sottolinea Fiona Maydeve essere una nostra priorità. Ed è per questo che la FIGC e tutto il mondo del calcio maschile e femminile, da sempre impegnato nello sviluppo e nella promozione delle donne quale elemento fondamentale della società, ha deciso di stare al fianco di Oxfam in questa campagna”.

Oxfam Italia utilizzerà i fondi raccolti dalla campagna ‘Sfido la fame’ per dare opportunità alle donne più povere e vulnerabili di avere piena autonomia decisionale ed economica, permettendo loro di condurre una vita più dignitosa producendo reddito per sfamarsi e provvedere ai bisogni delle proprie famiglie.

Con i proventi della campagna si potranno sostenere circa 40.000 persone, per la maggior parte donne, attraverso progetti di cooperazione finalizzati a migliorare la produzione di cibo, l’accesso alle risorse e al credito, rafforzandone la capacità di creare e commercializzare prodotti agricoli e artigianali in Etiopia, Sudan, Haiti, Tanzania,Tunisia, Marocco e Libano.

 

Fonte e Foto: Figc.it

Post Correlati

Leave a Comment