L’Indiscrezione | Serie C, raffica di rinunce di squadre piemontesi

Il possibile arrivo del professionismo per la serie A nell’estate 2022, la grande cavalcata dell’Italia ai Mondiali del 2019, l’avvento dei club professionistici nel calcio femminile sono solo alcuni degli esempi che portano le persone a dire “il calcio femminile sta crescendo”. Per crescere, però, bisogna partire dalle fondamenta. Sapere che due squadre rinunceranno alla serie B non è un bel segnale per il movimento. I posti di Riozzese e Vittorio Veneto verranno probabilmente presi dal Perugia, qualora presentasse domanda di ripescaggio, e Torres, che quasi certamente parteciperà alla prossima seconda divisione. Qualora il club biancorosso non volesse partecipare alla serie B è facile che la seconda ripescata sia il Brescia. Se due rinunce su quattordici club di seconda divisione sono già tantissimi, ci aspetta una moria in serie C. Abbiamo già il quadro completo dell’Abruzzo, che dimezza i club non per retrocessioni sul campo ma per le rinunce di Real Bellante e Free Girls con le sole Chieti e Pescara ai nastri di partenza.

Se in Abruzzo solo il 50% dei club si è iscritto alla terza serie, peggio potrebbe accadere in Piemonte. Il Canelli ha già infatti ufficializzato la rinuncia a mantenere il settore femminile. Secondo le indiscrezioni raccolte dalla redazione di donnenelpallone.com, ci saranno con ogni probabilità anche i forfait della Novese, retrocessa dalla serie B, Biellese, Femminile Juventus e Luserna, con quest’ultimo che rinuncia alla promozione dall’Eccellenza, dalla quale ripartirà la formazione bianconera omonima delle campionesse d’Italia con una rosa di giovanissime in cui potrebbero rimanere il difensore Alessandra Fasella, classe ’99 che sarebbe la veterana e probabilmente capitano, il portiere Chiara Liberti e l’attaccante Noemi Sobrino, entrambe classe 2000.

Resterebbero in serie C solo quattro realtà piemontesi. Il Torino Women manterrà l’ossatura della passata stagione con le conferme delle esperte Jennifer Serna, Annalisa Favole e Giada Nicco, l’arrivo della centrocampista Erika Di Lascio dalle Azalee e il ritorno dell’esterno Giulia Tamburini dal prestito alla Novese. Il Pinerolo blinderà la porta con l’arrivo di Elisabetta Milone, nelle ultime due stagioni anche lei a titolo temporaneo alla Novese, dalla Femminile Juventus, da cui arriva anche la centrocampista Debora Civalleri. Altro colpo di mercato del team pinerolese ancora da ufficializzare sarà l’esterno Francesca Mellano, nella passata stagione al Canelli. Chi si sta muovendo molto bene è anche la neopromossa Ivrea, che oltre al colpo Giulia Mancuso in prestito dalla Juventus, si è assicurata a titolo definitivo le prestazioni sportive del difensore Viviana Nicastro (nella seconda metà della scorsa stagione in prestito alla Novese dalla Femminile Juventus, sarà legata al nuovo club per altri due anni) e delle ex Canelli Veronica Cantoro e Chiara Colombero.

Nella prossima serie C ci saranno quindi solo quattro team piemontesi sopravvissuti su nove (44,44%), peggio della percentuale abruzzese dove rimangono due squadre su quattro (50,00%).

Federico Scarso

Post Correlati

One Thought to “L’Indiscrezione | Serie C, raffica di rinunce di squadre piemontesi”

  1. Paolo Mazzi

    Se non facciamo crescere le ns.ragazze. se andiamo a pescare all’estero, questo è il risultato.

Leave a Comment