UEFA Champions League: a Milano le due grandi Coppe

Il trofeo della UEFA Champions League è sbarcato a Milano, sede della finalissima maschile in programma sabato 28 maggio allo Stadio ‘Meazza’, ed è stato accolto nella ‘Sala Alessi’ di Palazzo Marino dall’inno che precede il fischio d’inizio di tutte le gare della più importante competizione calcistica europea per club. Ma la Coppa dalle grandi orecchie non sarà sola, con lei anche quella della UEFA Women’s Champions League, che avrà il suo epilogo giovedì 26 maggio, a Reggio Emilia.

Con queste coppe nella sala Alessi – ha commentato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapiala casa dei milanesi è ancora più bella.  Dopo tanti, troppi anni, la Champions torna a Milano, in uno stadio più luminoso e senza barriere, in una città ancora più attrattiva, inclusiva, internazionale e divertente“.

La finale di Champions League – ha sottolineato il Direttore Generale della FIGC Michele Uvapuò creare un indotto di 60 milioni di euro per la città che la ospita e in diretta Tv saranno collegati circa 200 milioni di visitatori.  Vogliamo costruire insieme una delle più belle finali di Champions e siamo sulla buona strada. L’obiettivo, che va al di là dell’aspetto sportivo, è quello di riuscire a mettere insieme tante attività che segnano un percorso di avvicinamento virtuoso per lasciare al territorio una legacy consistente in termini di organizzazione, infrastrutture ed esperienza. Questo è un appuntamento importante anche per l’Italia, che arriva a toccare il record di nove finali di Coppa dei Campioni ospitate”.

Milano – ha aggiunto il Dg – offre un ponte naturale verso Reggio Emilia, che ospiterà la Finale femminile seguendo un modello organizzativo UEFA consolidato e valorizzato dalle tante risorse impegnate. Un collegamento ideale che, con l’attuale sistema di trasporto, riduce la distanza tra le due città a soli 50′, e amplifica la valorizzazione del made in Italy coniugata alla domanda di calcio. Tra le tante iniziative che caratterizzeranno la Finale femminile avremo le Frecce Tricolori che sorvoleranno lo stadio prima del calcio d’inizio. Di questo desidero ringraziare sentitamente l’Areonautica Militare”.

E della finale della UEFA Women’s Champions League ha parlato anche il Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi: “Vogliamo che la finale rappresenti la definitiva valorizzazione dello sport al femminile e speriamo che questo grande momento di visibilità internazionale possa trasformarsi in un veicolo di eguaglianza nel segno dello sport e della socialità“.

Alla cerimonia di presentazione, è intervenuta anche la testimonial della UEFA Women’s Champions League Barbara Facchetti: “La FIGC – ha ricordato – sta investendo nel calcio femminile a tutti i livelli, in particolare nel settore giovanile: il fatto che la finale si disputi a Reggio Emilia è il riconoscimento tangibile della bontà di questa strategia. Stiamo lavorando per far sì che il 26 maggio questa partita abbia una cornice incredibile con uno stadio pieno“.

Fonte – Foto: figc.it

Post Correlati

Leave a Comment