Ungheria | Ferencvárosi ai preliminari di Champions ma senza titolo

Come nella maggior parte del mondo, anche il calcio ungherese si è dovuto arrendere all’emergenza sanitaria del coronavirus. Il campionato femminile, al momento della sospensione, vedeva il Ferencvárosi appaiato in testa alla classifica con il Mtk Budapest a 31 punti dopo tredici giornate. Lo scontro per il titolo di campione d’Ungheria era tra i due team e il Diosgyori, staccato di appena tre lunghezze dalla vetta. La federazione ungherese ha deciso di sospendere definitivamente il campionato per le ultime sei squadre ma le prime due si sarebbero dovute giocare il primato in una serie di scontri diretti al meglio dei tre incontri a porte aperte. In caso di parità, subito i rigori: chi vince due partite si qualifica per i preliminari di Champions League. Il Ferencvárosi, dopo aver vinto 3-2 il primo incontro, cede nel secondo con il punteggio di 2-1 all’Mtk Budapest. Si arriva così allo scontro decisivo tra le due formazioni della capitale e il Ferencvárosi si impone 2-1 in rimonta, qualificandosi nuovamente per il girone eliminatorio della Champions League. Tuttavia la società non si vede assegnare il titolo, nonostante la vittoria nello spareggio finale. Una decisione che non fa felice i tifosi, dal momento che in diverse nazioni tra cui Spagna, Francia e Inghilterra, nonostante il campionato non sia stato portato a termine, il trofeo è stato assegnato. Inoltre, perché giocare solo tre partire a porte aperte e non finire regolarmente il campionato? Anche l’Italia sta ridiscutendo l’assegnazione del titolo, con la Juventus che potrebbe ricevere il terzo scudetto consecutivo ribaltando di fatto la decisione del consiglio federale dell’8 giugno.

Federico Scarso

Foto: fradi.hu

Post Correlati

Leave a Comment