Serie A, il consiglio federale ha deciso: non si ripartirà

Il campionato di serie A femminile non ripartirà. Manca ancora l’ufficialità ma nel consiglio federale di oggi, lunedì 8 giugno, la Divisione Calcio Femminile ha dovuto cedere alla richiesta dei medici della società di non ripartire, nonostante il presidente della Figc Gabriele Gravina sperasse nella ripartenza. Troppa responsabilità ripartire con un protocollo più morbido del maschile, troppo dispendioso farlo con uno uguale. La data per la ripresa era già stata fissata all’11 luglio, ma alla fine non si ripartirà. Non è bastato nemmeno il fondo da 700.000 euro complessivi che la Figc avrebbe diviso tra le società mentre la proposta di playoff e playout è stata bocciata dalle calciatrici. Si attendono i verdetti decisivi, ma l’ipotesi di un campionato allargato a 14 squadre è concreta. Quasi certe le promozioni di Napoli Femminile e San Marino. Nel caso aumentassero le partecipanti il Tavagnacco sarebbe ancora in serie A mentre per la quattordicesima squadra si giocherebbero il posto l’Orobica, in caso di blocco delle retrocessioni, e la Lazio, terza in serie B per la media punti.

Foto: Fiorentina.

Post Correlati

Leave a Comment