Rachele Baldi: “Ho aspettato tre giorni per un’operazione. Restate a casa”

Rachele Baldi, portiere dell’Empoli e della Nazionale Italiana, si è dovuta recare all’ospedale per subire un’operazione. Fortunatamente nulla di grave per l’estremo difensore toscano, che sui social ha voluto testimoniare l’emergenza sanitaria che sta affliggendo l’Italia a causa del Coronavirus richiamando tutti ad avere senso civico limitando le uscite a quelle strettamente necessarie: “Cercherò di essere breve. Ho avuto un’operazione per un problema mio personale. Una cosa urgente e dolorosa, eppure ci sono voluti 3 giorni per poter trovare un posto letto e una mattina passata scomodamente su due sedie distesa, sempre in attesa insomma, sempre con il dolore intenso. Finalmente trovano una sala per operarmi ,e perché il mio dottore ha lottato con tutti e lo ringrazio per questo. I medici sono giustamente molto nervosi per i duri orari. La situazione è un po’ critica ma finché non la vedi non te ne rendi conto. Una signora anziana in stanza con me deve essere operata, tumore. Lei attende da due mesi. Ho provato rabbia. Rabbia per chi ancora va a spasso come se niente fosse, per chi si lamenta se non ha il lievito o si annoia, per chi ancora non ha capito la serietà di questo momento e non rispetta le regole e pensa di essere in vacanza perché tanto finché stiamo bene non ci preoccupiamo di niente. Finché non tocca a noi abbiamo la benda sugli occhi. Abbiamo sempre bisogno di trovarci in bilico per renderci veramente conto che alla fine siamo tutti sulla stessa barca, e se si sporge uno, si cade tutti! Ci chiedono solo di stare in casa e più ci stiamo e meno ci dovremmo stare! Quindi vi prego #restateacasa e #restiamouniti e presto torneremo alle nostre vite! Io sto bene 🤟🏻”.

Foto: pagina Facebook ufficiale di Rachele Baldi.

Post Correlati

Leave a Comment