Nazionale U19 | Italia sconfitta anche dalla Svizzera. Infortuni per Fracaros e Bragonzi

La Nazionale Under 19 perde anche la terza e ultima partita al Torneo de La Manga ma la notizia più brutta arriva dall’infermeria: Caterina Fracaros e Asia Bragonzi sono state costrette entrambe a uscire nella prima frazione a causa di scontri con avversarie. Le due giocatrici, che non hanno potuto riprendere a giocare, hanno necessitato di cure mediche e l’arbitro ha dovuto recuperare ben undici minuti di gioco prima dell’intervallo.

Enrico Sbardella sceglie lo stesso undici che all’esordio è stato sconfitto dalla Norvegia, con due sole novità: Francesca Quazzico per Margherita Brscic e Heden Corrado per Azzurra Corazzi. L’obiettivo è cancellare le due sconfitte passate, sia quella contro le norvegesi ma soprattutto il pesantissimo 7-1 contro l’Islanda. Come anticipato, la partita di Caterina Fracaros dura appena sei minuti. L’esterno dell’Inter deve lasciare il campo per infortunio, venendo sostituita da Serena Landa. Al minuto 29, subito dopo un fallo di Francesca Quazzico che riceve il cartellino giallo, arriva il vantaggio elvetico con la classe 2002 Altina Raqipi, che riesce a battere Camilla Forcinella. Poco dopo è costretta al cambio anche Asia Bragonzi, rimpiazzata da Gaia Distefano. Dopo ben undici minuti di recupero, assegnati per le pause dovute agli infortuni delle due azzurrine e in cui l’autrice dell’unico gol della prima frazione viene ammonita, si va all’intervallo. A inizio ripresa la Svizzera effettua tre sostituzioni. Una di queste si rivela vincente: Svenja Folmli, anche lei 2002, trova il raddoppio al 54′. Sette minuti più tardi Martina Tomaselli accorcia le distanze ma a dieci minuti dal termine ancora Svenja Folmli riporta a due le reti di svantaggio per l’Italia firmando la doppietta personale. Nonostante gli ingressi di Azzurra Corazzi e Francesca Imprezzabile, le azzurrine non riescono ad accorciare le distanze. Nel finale finisce sul taccuino dell’arbitro anche Martina Zanoli.

A fine gara non fa drammi il commissario tecnico ai microfoni della Figc, che spiega: “La situazione non era facile. Le ragazze venivano da una decina di giorni di inattività con le proprie società e sono partite per la Spagna senza avere allenamenti nelle gambe. Più che il profilo tecnico-tattico, sulle prestazioni ha inciso lo stato di apprensione per quello che sta accadendo in Italia”.

Svizzera – Italia 3-1 (29′ Altina Raqipi, 54′ Svenja Folmli, 80′ Svenja Folmli – 61′ Martina Tomaselli)

Svizzera: Saskia Bürki, Sophie Aeberhard, Jasmin Colombo (46′ Sophie Bohner), Mona Gubler, Kattalin Stahl (62′ Debora Vogl), Mia Von Ballmoos, Altina Raquipi (62′ Malaurie Granges), Géraldine Ess (cap.), Laura Felber, Ramona Kannady (46′ Svenja Fölmli), Ella Ljustina (46′ Chiara Messerli).
A disposizione: Livia Peng, Vivian Fabiola Kaspar.
Ct: Nora Häuptle.

Italia: Camilla Forcinella, Martina Zanoli, Bianca Vergani, Francesca Quazzico (46′ Margherita Brscic), Caterina Fracaros (6′ Serena Landa), Sofia Colombo (cap.), Ludovica Silvioni, Heden Corrado, Martina Tomaselli (79′ Azzurra Corazzi), Asia Bragonzi (37′ Gaia Distefano) (68′ Francesca Imprezzabile), Federica Anghileri (65′ Melissa Bellucci).
A disposizione: Beatrice Beretta, Martina Di Bari, Paola Boglioni.
Ct: Enrico Sbardella.

Ammonizioni: 28′ Francesca Quazzico (I), 45’+7′ Altina Raqipi (S), 84′ Martina Zanoli (I).
Espulsioni: -.

Federico Scarso

Post Correlati

Leave a Comment