Inghilterra | Manchester City-Chelsea: 3-3 e tanto spettacolo

Chelsea

Il big match tra Manchester City e Chelsea, valido per la diciassettesima giornata della Barclays Fa Women’s Super League, ha offerto tanti gol e tanto spettacolo ai tifosi delle due formazioni e agli amanti del calcio femminile.
Il 3 a 3 di fine partita non può accontentare la formazione di casa, che manca l’allungo sul Chelsea alla luce della partita in più rispetto alla formazione seconda in classifica e del solo punto di vantaggio (40 punti contro 39). Discorso differente per l’Arsenal terzo in classifica, che ha giocato in Fa Cup e che si trova attualmente a 4 lunghezze dal City.

Il Chelsea si presenta con il 4-4-2 al posto del 4-2-3-1, stesso modulo delle avversarie con cui cerca di sfruttare il carico pesante della coppia d’attacco Kerr-England e la spinta degli esterni Reiten e Cuthbert. Dall’altra parte il Manchester City si affida alle giocate di Stanway, alle geometrie di Weir e alla vena realizzativa di White.
Il Chelsea parte subito in quinta con la prima occasione gol creata dopo appena 20″: Kerr si fa respingere la conclusione da Roebuck ed England manca l’appuntamento con il tap-in vincente. Le Citizens risponde con due occasioni di White, che prima si vede chiudere la conclusione in corner da Mjelde e poi manda a fil di palo un colpo di testa a Berger battuta. Kerr di testa trova la risposta di Roebuck in corner, White in sospetta posizione di fuorigioco invece trafigge Berger e porta le Citizens avanti al 22′.
Le padrone di casa prendono in mano il match e sembrano poter assestare il secondo colpo alle avversarie, ma non fanno i conti con i tiri dalla distanza di Ji che al 39′ trova anche una deviazione avversaria per insaccare alle spalle di Roebuck.

England e Cuthbert provano a portare avanti il Chelsea senza successo, ma è dal minuto 60 al 76′ che la partita assume i connotati più pazzi che il calcio possa offrire. Allo scoccare dell’ora di gioco il City si riporta in vantaggio con Stanway che sfrutta l’assist di Hemp, al 68′ il Chelsea trova il secondo pareggio con il colpo di testa di Ericsson (assist di England) e al 70′ le Citizens hanno l’opportunità di trovare il terzo vantaggio del match con il calcio di rigore assegnato per fallo di Ingle su Weir, ma Berger ipnotizza Stanway.
Al 74′ la partita si ribalta: England riceve palla e da quasi 30 metri trova una conclusione tanto spettacolare quanto imprendibile per Roebuck. Ma solo per due minuti, quelli che bastano al City per ristabilire la parità: assist di Weir per Hemp che sorprende Mjelde e insacca per il 3 a 3.
Le due contendenti non hanno intenzione di terminare l’incontro in parità e da una parte Weir e dall’altra Ericsson ci provano ma senza successo.
L’ultima nota di cronaca è l’infortunio al ginocchio occorso al portiere Roebuck, uscita in barella e la cui gravità verrà comunicata dal Manchester City nei prossimi giorni.

Ad eccezione di Brighton-Tottenham e Birmingham-Bristol terminate entrambe sullo 0-1, gli altri due match West Ham-Liverpool ed Everton-Manchester United hanno regalato tanti gol.

Sei gol e ben tre doppiette nel match vinto dal West Ham sul Liverpool. Le padrone di casa assestano un gancio sinistro e un montante destro all’avversario nel giro di 60″ grazie a Leon e Thomas, che nella ripresa vanno a segno in ordine inverso, con la seconda che si smarca di tacco e va a segno con un perfetto diagonale per il provvisorio 3 a 0 e con Leon che gioca d’anticipo per il poker Hammers. Il Liverpool si sveglia troppo tardi trascinato dal suo capitano Furness, che va segno con una doppietta. Il risultato di Birmingham costa caro alle Reds che restano ultime in classifica da sole.

Un solo gol in meno nell’incontro giocato a Liverpool tra Everton e Manchester United. Galton nel primo tempo trova la doppietta che manda le Red Devils al riposo in vantaggio di due reti e Toone al 63′ segna da porta sguarnita per il 3 a 0 che sembra poter regalare tranquillità alla formazione ospite.
L’Everton riesce a tornare in partita con la rete di testa di Turner e con il tiro-cross dalla trequarti di Graham, ma non basta per completare una rimonta che avrebbe premiato le padrone di casa per gli sforzi messi in campo durante i 90′.

Mirko Marletta

Foto: Chelsea.

Post Correlati

Leave a Comment