Inghilterra | Vincono le prime della classe. Tottenham, successo all’ultimo respiro

tottenham

La dodicesima giornata della Barclays Fa Women’s Super League non offre novità in testa né nella lotta per non retrocedere.

L’Arsenal campione d’Inghilterra in carica vince in trasferta per 4 a 0 in casa del Brighton Hove & Albion. Vivienne Miedema non va a segno per la seconda partita consecutiva e non fornisce alcun assist, notizia interessante per gli amanti della statistica.
Le Gunners trovano il vantaggio dopo appena 3′ con un’incursione sulla sinistra di Van de Donk, che trova lo spiraglio tra palo e il portiere Walsh che vale il vantaggio.
Nella seconda occasione da gol l’Arsenal trova il raddoppio al 31′ con Roord, che ha tutto il tempo e lo spazio per controllare e mirare alla destra del portiere.
L’unica conclusione delle padrone di casa con Simpkins non preoccupa le campionesse in carica, che nella ripresa vanno a segno altre due volte. La prima al 51′ con Nobbs la quale sfrutta il velo di una compagna e mira alla sinistra di Walsh, la seconda al 89′ con Mead che si avventa su una palla vagante in area di rigore.

Il Manchester City trascinato da Bremer, autrice di una doppietta per la seconda partita consecutiva, ha la meglio contro l’Everton battuto per 3 a 1.
La n°9 delle Citizens apre le marcature al 18′ raccogliendo l’assist a centro area di Weir e raddoppia al 8′ della ripresa con una conclusione potente diretta sotto la traversa.
Il City ha il dominio del match e va a bersaglio per la terza volta con Bonner al 64′. Il gol della bandiera delle londinesi giunge al 90′ con l’autogol sfortunato di Stanway.

Il Chealsea gioca in clima tennis e vince per 6 a 1 l’incontro casalingo contro il Bristol City. Nonostante la prima avvisaglia in area avversaria con la conclusione di testa di England respinta da Baggaley, il Chelsea replica l’inizio di partita di scorsa settimana contro il Reading e va sotto al 15′ con la conclusione dal limite dell’area di rigore di Salomon che si insacca alla sinistra di Berger.
Le Blues reagiscono da grande squadra e al 28′ England acciuffa il pareggio con un colpo di testa che anticipa l’uscita del portiere Baggaley. Negli ultimi minuti del primo tempo il Chelsea travolge le avversarie, trovando le reti di Blundell al 40′, di Cartere al 45′ e della n°10 Ji nel corso del secondo minuto di recupero.
La sudoreana è protagonista ad inizio ripresa della rete del pokerissimo della formazione di casa con una conclusione a giro che si insacca alla destra di Baggaley (50′).
Il Reading non riesce a contenere le offensive avversarie e va sotto per la sesta volta al 82′ per mano di England su assist dalla sinistra di Andersson.

Un poco cinico Tottenham vince nel recupero contro il West Ham per 2 a 1. Le ospiti vanno vicine al gol ad inizio partita con il colpo di testa di Leon (cross di Lehmann) terminato fuori, ma vanno sotto alla mezz’ora di gioco con la conclusione da fuori area di Mitchell.
Nella ripresa le padrone di casa sprecano tre occasioni da gol con Dean, Mitchell e ancora Dean, subendo al 90′ il pareggio beffa quando Dali trova una conclusione angolata su cui nulla può il portiere Morgan (entrata al posto di Spencer).
A subire la beffa però è il West Ham che si fa trovare impreparato nel contropiede azionato dalle Spurs negli ultimi secondi di gioco e che porta al colpo di testa vincente di Dean, su cross dalla sinistra di Addison, al 90+6′.

Uno a zero per il Reading contro il Birmingham City che resta al terzultimo posto, mentre il match tra il fanalino di coda Liverpool e il Manchester United è stato rinviato.

Foto: Tottenham Women

Mirko Marletta

Post Correlati

Leave a Comment