Qualificazioni Euro 2021 | Valanga azzurra: 6-0 alla Georgia

Alia Guagni

Grande prova di forza della nazionale italiana allenata dalla ct Milena Bertolini, che nel match giocato allo stadio Ciro Vigorito di Benevento batte la Georgia per 6 a 0, facendo dimenticare il match di andata che tante perplessità sulle azzurre aveva lasciato, e trovando il quinto successo in altrettante partite nel percorso di qualificazione agli Europei 2021.

Alla gioia dovuta al largo successo contro le georgiane, si contrappongono le preoccupazioni per le condizioni fisiche di Gama e Guagni uscite anzitempo per infortunio.

Le azzurre cominciano con la conclusione debole di Girelli da fuori area, ma è al 5′ che arriva la prima vera conclusione da gol con il palo di Daniela Sabatino su assist di Girelli.
L’appuntamento con il gol è una questione di minuti e al 10′ giunge da azione da azione da corner con la prima marcatura in nazionale maggiore di Elena Linari, che di testa insacca alle spalle du Gabunia.

Il rete del vantaggio galvanizza le azzurre che concedono alla Georgia la sola conclusione da 25 metri di Chichinadze, prima di tornare a farsi vedere in area avversaria e a trovare il raddoppio al 25′ con il colpo di testa dell’altra fiorentina Alia Guagni.
Due minuti dopo l’Italia chiude la partita. Sabatino strappa il pallone appena dentro l’area di rigore, Girelli prende la mira e infila Gabunia alla sua destra per il 3 a 0.
Due giri di lancette e giunge anche la traversa con Rosucci, che centra la parte superiore del montante alto. Poco dopo Gama esce per un problema muscolare, lasciando il posto a Fusetti.

L’ultima metà del primo tempo è ancora nel segno delle azzurre. Sabatino si avventa sul pallone calciato da Galli e respinto da Gabunia, portando l’Italia sul 4 a 0. Dopo la sventola da fuori area di Giugliano (respinta di Gabunia) e il diagonale out di Girelli al 42′, le azzurre chiudono i conti a pochi secondi dalla fine dell’unico minuto di recupero e ancora una volta con Sabatino, che insacca con una spettacolare volée di destro su cross dalla sinistra di Girelli. È 5 a 0!

Nella ripresa l’Italia comincia alla stessa maniera del primo tempo. Al 52′ Rosucci si avventa su un pallone vagante in area di rigore e trova il diagonale che vale il 6 a 0.
Un minuto dopo arriva il secondo legno azzurro della serata con l’incrocio dei pali colpito da Cristiana Girelli.
Al 59′ Cernoia ci prova ancora da fuori e trova la risposta goffa ma efficace di Gabunia, poi Fusetti non sfrutta al meglio il cross di Guagni mandando la conclusione a lato.
Le azzurre schiacciano le avversarie georgiane, Cernoia va vicinissima al bersaglio grosso al 66′ e poco dopo Giugliano con quella che non è certamente la sua specialità: il colpo di testa.

Guagni esce dal campo al 73′ a causa di una botta e lascia l’Italia in 10 a cambi già ultimati, poi Salvatori Rinaldi prova in rovesciata a cercare il “gol del venerdì”, ma non trova di poco il bersaglio.
Al 85′ le azzurre tornano a rendersi pericolose in area di rigore avversaria, ma Galli spara alto da posizione centrale. Poi Giugliano mira la porta, ma la sua conclusione si spegne a lato. Con la punizione fuori di Girelli nel corso dell’ultimo minuto di recupero termina la partita nettamente dominata dalla nazionale italiana.

 

ITALIA – GEORGIA 6-0 (10′ Linari, 25′ Guagni, 27′ Girelli, 32′ e 45+1′ Sabatino, 52′ Rosucci)

Italia (4-4-2): Giuliani; Guagni, Gama (30′ Fusetti), Linari, Bartoli; Galli, Rosucci (62′ Caruso), Giugliano, Cernoia; Sabatino (55′ Salvatori Rinaldi), Girelli. A disp.: Aprile, Piazza, Bergamaschi, Boattin, Tucceri Cimini, Marinelli, Greggi, Glionna, Tarenzi.
Allenatore: Milena Bertolini.

Georgia (5-4-1): Gabunia; Pasikashvili, Kalandadze, Sutidze, Tatuashvili, Raukh; Bakradze, Todadze, Matveeva (72′ Cheminava), Tchkonia (55′ M. Danelia); Chichinadze (85′ N. Danelia). A disp.: Sukhashvili, Gabelaia, Kadagishvili, Chkhartishvili, Cheminava, Tsotseria, Khaburdzania.
Allenatore: Levan Bajelidze.

Arbitro: Demetrescu.

NOTE – Recupero: 1′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo. Ammonite: Pasikashvili per gioco falloso, Totadze per comportamento antisportivo.

 

Crediti foto @AzzurreFIGC

Post Correlati

Leave a Comment