Nazionale | Italia ancora inconcludente: a Malta la vittoria arriva solo nella ripresa

L’Italia, dopo le non brillanti prestazioni contro Israele e Georgia, vince ancora senza esaltare. Malta, altro avversario poco insidioso, si difende come può e lo fa bene riuscendo a mantenere lo 0-0 per oltre un’ora di gioco. Milena Bertolini effettua un mini turn-over inserendo Bergamaschi e Fusetti al posto di Guagni e Linari in difesa, provando l’inedita coppia d’attacco (almeno dal primo minuto) TarenziGiacinti e lanciando Marinelli come esterno di centrocampo offensivo. Per l’interista si tratta del debutto in Nazionale maggiore.

Le azzurre partono forte e nei primi venti minuti schiacciano Malta nella sua metà campo, conquistando una serie consecutiva di calci d’angolo ma le conclusioni non creano mai grossi problemi a Xuereb, che è brava ad anticipare Giacinti in uscita poco dopo la mezz’ora di gioco. Prima ci avevano provato Tarenzi e Galli, le cui conclusioni non avevano però inquadrato lo specchio. Con il passare del tempo l’Italia cala il ritmo e nel finale di frazione le maltesi provano timidamente a farsi vedere dalle parti di Giuliani, ma il portiere italiano non avrà grossi impegni. All’intervallo Bertolini inserisce Girelli per Marinelli. Sarà la scelta che permetterà all’Italia di vincere l’incontro, essendo la juventina parte integrante di entrambe le reti. Poco dopo un clamoroso gol sbagliato da Tarenzi, che indisturbata a tu per tu con Xuereb spara addosso all’estremo difensore maltese, la numero 10 chiude un triangolo con Bartoli con uno splendido colpo di tacco. Il capitano dell’As Roma riceve il pallone di ritorno, rientra sul destro e mette la palla sul palo lontano. È il minuto 69 e l’Italia è finalmente in vantaggio. Gama e compagne, ottenuto il vantaggio, continuano ad avere il pallino del gioco, non riuscendo tuttavia a trovare il gol della sicurezza fino al recupero quando Girelli realizza un calcio di rigore fischiato per un tocco di mano di Lipman che aveva deviato un tiro-cross di Giugliano.

L’Italia con questo successo resta a punteggio pieno nel gruppo B assieme alla Danimarca, che ha battuto la Bosnia ed Erzegovina. Proprio le bosniache saranno le prossime avversarie delle azzurre a Palermo. L’8 ottobre le rivali danesi saranno invece di scena in casa della Georgia.

Malta – Italia 0-2 (69’ Bartoli, 90’+2’ Girelli (rig.))

Malta (5-4-1): J. Xuereb; Sciberras (81’ Turner), S. Farrugia, Lipman, C. Zammit, Flask; B. Borg (71’ E. Xuereb), S. Zammit, Theuma (cap.) (58’ Said), Cuschieri; Farrugia.
A disposizione: R. Borg, Mifsud, Carabott, C. Xuereb.
Ct: Mark Anthony Gatt.

Italia (4-4-2): Giuliani; Bergamaschi, Gama (cap.), Fusetti, Bartoli (84’ Guagni); Cernoia, Galli, Giugliano, Marinelli (46’ Girelli); Giacinti, Tarenzi (63’ Rosucci).
A disposizione: Durante, Baldi, Linari, Boattin, Tucceri Cimini, Greggi, Serturini, Glionna, Sabatino.
Ct: Milena Bertolini.

Arbitro: Ivana Projkovska (Macedonia del Nord).
Assistenti: Biljana Milanova (Macedonia del Nord) e Elena Soklevska-Ilievski (Macedonia del Nord).
Quarto ufficiale: Marija Koneska (Macedonia del Nord).

Ammonizioni: 42’ Cernoia (I), 47’ Flask (M), 90’+2’ Lipman (M).
Espulsioni: nessuna.

Federico Scarso

Foto: Dominic Aquilana.

Post Correlati

Leave a Comment