Serie A | Fiorentina sprecona, la Roma non sbaglia

La As Roma espugna il Gino Bozzi di Firenze e impedisce così alla Fiorentina di rimanere agganciata al Milan e alla Juventus: finisce 0-2 con le reti di Annamaria Serturini e Andrine Hegerberg, nonostante la Fiorentina abbia creato innumerevoli chances per vincere la partita, e pesa come un macigno il rigore sbagliato da Tatiana Bonetti.

Bavagnoli inserisce Ceasar, Pettenuzzo e Bonfantini dal primo minuto ma deve rinunciare ad Andressa per un affaticamento muscolare, è la Fiorentina però a prendere subito in mano le redini della gara, e già al primo minuto si rende pericolosa con Philtjens, che riceve un pallone di testa da Guagni che Eržen non controlla, ma sola in area calcia fuori nonostante la leggera deviazione dell’estremo difensore giallorosso. Cinque minuti dopo è Bonetti a fallire la chance per aprire le marcature: Thoghersen corre sulla fascia destra e mette in mezzo un assist d’oro per la numero dieci viola che però, dall’area piccola, calcia alto. Le giallorosse provano a farsi vedere nell’area di rigore avversaria con Thestrup, ma il suo tiro viene parato da Durante. La formazione di casa riprende velocemente in mano il controllo della partita e non sfrutta una brutta amnesia difensiva giallorossa ancora con Bonetti, che dopo aver recuperato palla a Pettenuzzo su un disimpegno errato di Ceasar, si vede negare la gioia del gol da Swaby, abile ad allontanare la minaccia sulla linea di porta. Ci prova anche Lazaro al 18′, che colpisce di testa su corner di Parisi con il pallone che finisce di poco fuori e due minuti più tardi non riesce a ribadire in rete un prezioso assist di Philtjens. Thoghersen si porta a spasso la difesa giallorossa con una nuova incursione sulla fascia destra, al momento di crossare Pettenuzzo prende sia il pallone che la caviglia della centrocampista viola, per l’arbitro Madonia è rigore: Bonetti si incarica del tiro dagli undici metri, ma Ceasar intuisce e para, mantenendo così il risultato in parità. Le ragazze di Antonio Cincotta non si lasciano scoraggiare e un minuto dopo sfiorano ancora una volta il vantaggio, ancora una volta con Bonetti che, dopo uno scambio tra Guagni e Thoghersen, riceve palla e calciando a botta sicura colpisce la traversa. Le occasioni da gol fallite dalla Fiorentina sono veramente tante, La As Roma comincia a pressare la difesa della formazione di casa e dalla distanza è Giugliano a lasciar partire un destro che viene respinto da Durante, quest’ultima però non può nulla sulla successiva avanzata giallorossa con Serturini, che da venti metri manda la sfera all’incrocio dei pali e porta così in vantaggio la As Roma siglando un gol di pregievole fattura.

Nella ripresa l’incessante pioggia rallenta un po’ i ritmi di gioco ma non la voglia della Fiorentina di acciuffare il pareggio: Breitner però lascia la Fiorentina in inferiorità numerica e a subire altre offensive giallorosse con Bonfantini, che al 67′ si vede respingere il tiro da Durante, e successivamente la Roma sfiora il raddoppio con Thestrup, che prima viene fermata da Arnth ma poi ruba palla proprio al difensore viola, il suo tiro però è troppo debole e il numero uno viola para senza problemi. La Fiorentina è schiacciata nella sua metà campo, e sette minuti dopo subisce il secondo gol: Serturini da fuori area calcia debolmente in porta, Durante però non controlla il pallone e Hegerberg è abile a ribadire in rete con un tap-in e a realizzare il suo primo gol in serie A, fissando così il risultato sul 0-2. La As Roma non gestisce il doppio vantaggio, bensì attacca mentre la Fiorentina subisce il contraccolpo psicologico ma nel finale Guagni serve un pallone in profondità per Lazaro, l’attaccante cerca Mauro, subentrata a Bonetti, ma il numero nove viola non arriva al contatto con la sfera per questione di centimetri, finisce 0-2.

Nelle gare del sabato, Il Milan e la Juventus vincono le loro rispettive gare con Orobica e Sassuolo, e conquistano la vetta della classifica: le rossonere di Maurizio Ganz asfaltano l’Orobica per 4-1 grazie alle reti di Valentina Bergamaschi, Deborah Salvatori Rinaldi, Valentina Giacinti e Stine Hovland, di Luana Merli il momentaneo pareggio per la formazione bergamasca. Le bianconere di Rita Guarino rifilano tre gol al Sassuolo con le reti di Eniola Aluko, al rientro dopo l’attacco febbrile che le ha impedito di scendere in campo contro l’Empoli lo scorso sabato, e con la doppietta (secondo gol su rigore) di Cristiana Girelli, che condivide il primato nella classifica marcatrici insieme alla ex compagna di squadra Benedetta Glionna, artefice insieme a un altra ex bianconera, Sofia Cantore, della vittoria casalinga per 2-1 dell’Hellas Verona sulla Florentia San Gimignano, in rete nel recupero con Melania Martinovic. L’Inter ottiene i primi tre punti stagionali sul campo dell’Empoli grazie a un penalty realizzato da Gloria Marinelli, mentre termina 1-1 la gara tra Tavagnacco e Pink Bari, con la formazione pugliese che, avanti con un gol di Debora Novellino, ha accarezzato a lungo la prima vittoria in campionato per poi essere raggiunte nel finale da Lara Ivanusa.

Risultati seconda giornata:
Tavagnacco – Pink Bari 1-1 (90’+1 Ivanusa – Novellino 76′)
Sassuolo – Juventus 1-3 (82′ Sabatino – 45′ Aluko, 75′ Girelli, 78′ Girelli (rig.))
Milan – Orobica 4-1 (9′ Bergamaschi, 66′ Salvatori Rinaldi, 74′ Giacinti, 90’+2 Hovland – 65′ L. Merli)
Hellas Verona – Florentia San Gimignano 2-1 (79′ Cantore, 85′ Glionna – 90’+2 Martinovic)
Empoli – Inter 0-1 (27′ Marinelli (rig.))
Fiorentina – As Roma 0-2 (43′ Serturini, 74′ Hegerberg)

Classifica:
Milan 6, Juventus 6, Hellas Verona 4, Inter 4, Fiorentina 3, As Roma 3, Pink Bari 2, Tavagnacco 2, Sassuolo 1, Orobica 1, Empoli 0, Florentia San Gimignano 0.

Lino Basso

Foto: As Roma

Post Correlati

Leave a Comment