Nazionale | Una brutta Italia torna da Israele con tre punti

La prima uscita dell’Italia alle qualificazioni al campionato Europeo è dolce solo per il risultato. Le ragazze di Milena Bertolini, che ha rinnovato con la selezione azzurra fino al termine della manifestazione continentale del 2021, giocano una brutta partita ma sfruttano la miglior tecnica e il maggior atletismo portando a casa i tre punti, non senza soffrire ben più di quanto ci si potesse aspettare.

Le azzurre si dimostrano fin da subito padrone del campo sotto l’aspetto del gioco ma non riescono mai a rendersi davvero pericolose. Anzi, sono due contropiedi israeliani che rischiano di far tremare l’Italia ma la lentezza delle attaccanti locali permette in entrambe le occasioni a Gama e compagne di non rischiare. Il reparto arretrato dimostra di essere deconcentrato quando poco dopo la mezz’ora, su rimessa laterale per Israele, la palla giunge in area a Goor, che ha il tempo di piazzare il pallone sul secondo palo dove Giuliani non riesce ad arrivare. Il gol subito fa svegliare le ospiti che iniziano a creare gioco. Giacinti viene trovata in area da Girelli ma il suo tiro è centrale e facilmente parato dal portiere. Il pareggio arriva al secondo minuto di recupero quando la situazione si inverte: il capitano del Milan pesca al centro dell’area l’attaccante bianconera che in sforbiciata lascia partire un destro che si infila sotto all’incrocio. Immediatamente dopo Bergamaschi ha l’opportunità di portare addirittura l’Italia in vantaggio all’intervallo ma perde il tempo del tiro stampandosi contro Amit Cohen che si trova il pallone tra le mani.

L’intervallo spezza il ritmo dell’Italia, che aveva finalmente in mano la partita avendo creato tre palle gol in tre minuti, la seconda delle quali si è tramutata in gol, salvando Israele che avrebbe rischiato molto se la gara fosse proseguita. Le padrone di casa nella ripresa difendono come possono, anche con falli duri. Saranno cinque le ammonite alla fine della partita, di cui nessuna azzurra. Milena Bertolini vuole la vittoria e inserisce Serturini per Galli, aumentando le giocatrici offensive. La rete del vantaggio arriva comunque dopo poco meno di venti minuti dopo l’inizio del secondo tempo, quando Bartoli si accentra e colpisce sul secondo palo con un gran tiro. Giacinti cala il tris depositando in rete una corta respinta del portiere avversario. Caruso fa il suo debutto in Nazionale maggiore subentrando a Girelli mentre Tarenzi rileva Giacinti che aveva sfiorato il poker con un tiro a fil di palo. Per l’Italia sembra ormai fatta ma in pieno recupero, su un lancio di Sandel, Guagni di testa serve involontariamente Awad che di sinistro infila la palla all’angolino basso di destra dove Giuliani non riesce a intervenire. Il forcing finale israeliano non produce il pareggio, nonostante una palla sanguinosa persa da Bartoli deviata in calcio d’angolo dal portiere azzurro.

L’Italia ha dimostrato di non essere ancora in condizione. Il caldo e soprattutto il fatto di non aver ancora disputato partite ufficiali è sicuramente un attenuante ma la prestazione da parte di tutte le giocatrici non è stata brillante. Il valore dei singoli difensori, come la loro alchimia, non è di certo in dubbio: Guagni, Gama, Linari e Bartoli sono calciatrici di grande livello e che assieme formano un grande muro. Tuttavia subire due gol da una formazione modesta come Israele deve essere un segnale di allarme, non per il resto della stagione ma per l’incontro in programma in Georgia martedì 3 settembre.

Israele – Italia 2-3 (32′ Goor, 90’+1′ Awad – 45’+2′ Girelli, 64′ Bartoli, 71′ Giacinti)

Israele (4-2-3-1): A. Cohen; D. Sofer (46′ Shanab), Barkai (75′ Elinav), Sade, Nakav; Awad, Sendel (cap.); Efraim (53′ Schulmann), V. Cohen, Goor; Beck.
A disposizione: Rubin, Avital, David, Shimrich, Shtainshnaider, O. Sofer.
Ct: Gabriel Burstein.

Italia (4-4-2): Giuliani; Guagni, Gama (cap.), Linari, Bartoli; Bergamaschi, Galli (56′ Serturini), Giugliano, Cernoia; Girelli (76′ Caruso), Giacinti (81′ Tarenzi).
A disposizione: Baldi, Durante, Fusetti, Tucceri Cimini, Rosucci, Marinelli, Bonfantini, Sabatino.
Ct: Milena Bertolini.

Arbitro: Volha Tsiareshka (Bielorussia).
Assistenti: Alena Karas (Bielorussia) e Nastassia Danchanka (Bielorussia).
Quarto ufficiale: Aliaksandra Yakushevich (Bielorussia).

Ammonizioni: 18′ Efraim (Is), 23′ Barkai (Is), 37′ Sendel (Is), 62′ Shanab (Is), 83′ Awad (Is).
Espulsioni: nessuna.

Federico Scarso

Foto: Figc.

Post Correlati

Leave a Comment