Poche emozioni tra San Zaccaria e Vittorio Veneto

Poche emozioni nel posticipo domenicale della sedicesima giornata di Serie A femminile. Sul terreno del San Zaccaria si concretizza uno scialbo 0-0, che serve molto di più alle ospiti, invischiate nella lotta per non retrocedere, che non alle padrone di casa, che navigano tranquille al sesto posto in classifica.

 
Nel primo tempo, l’unico spunto degno di nota si registra in avvio, dopo appena tre minuti, ed è ad opera delle trevigiane. Cisotto è brava ad incunearsi in area e piazzare il tiro, che incoccia il palo: sulla respinta, Tampieri è prodigiosa a negare il vantaggio a Zanon. In tutto il resto della prima frazione, si registra solo un tiro dalla distanza di Galletti che termina sul fondo.

 
Nella ripresa, le biancorosse tengono meglio in mano il pallino del gioco, ma le occasioni continuano a latitare. L’occasione più grossa, che va a pareggiare quella del Vittorio Veneto nel primo tempo, arriva su calcio piazzato nei minuti finali, a dimostrazione della scarsa ispirazione delle due squadre quest’oggi. Tucceri Cimini disegna una punizione quasi perfetta, che si stampa sotto l’incrocio dei pali e rimbalza in campo a pochi centimetri dalla porta, quindi la difesa riesce a liberare.

 
Al ‘Massimo Soprani’ si chiude quindi a reti inviolate la partita, un punto che come detto fa più comodo al Vittorio Veneto, che smuove la classifica e si porta ad un punto dalla zona salvezza. Un punto che invece non serve eccessivamente al San Zaccaria, che con otto punti di vantaggio sulla settima e dieci di ritardo sulla quinta, vede sempre più consolidato il sesto posto in graduatoria.

 

A cura di Mickey Balducci

Foto: Vittorio Veneto

Post Correlati

Leave a Comment