L’Agsm Verona riprende a correre, poker al Bari

Il Verona si sbarazza, senza troppi affanni, del fanalino di coda Bari, e riprende la rincorsa alla vetta della classifica.

Bastano nove minuti alle ragazze di Longega, squalificato per questa giornata e sostituito da Fabiana Comin, per trovare il vantaggio, con Bonetti che mette a sedere Fazio ed infila nella porta sguarnita.

Malgrado lo svantaggio, la squadra ospite bada per lo più a difendersi, lasciando campo al Verona che risulta senza ombra di dubbio devastante: al 20′ giocata da applausi, apertura di Pirone per Ledri, cross calibrato alla perfezione per la zampata di Bonetti. Ed è 2-0. Le gialloblu continuano a spingere, ma falliscono alcune nitide palle gol, così la prima frazione si chiude senza ulteriori spunti di cronaca.
Il tris arriva tuttavia in avvio di ripresa: Fuselli si destreggia nel cuore dell’area e trafigge con freddezza un’incolpevole Fazio. Le scaligere a questo punto si rilassano un po’, così si fa finalmente vedere il Bari: prima è Strisciuglio a seminare il panico in area veneta e a mettere i brividi a Ohrstrom, poi Riboldi al 58′ trova il tap-in che supera il portierone svedese per il gol del 3-1.

 

La gioia barese dura comunque poco: al 62′ grande slalom di Bonetti, che semina tre avversarie e pennella per Fuselli, appostata sul secondo palo per la pronta inzuccata. Rete, 4-1.
In seguito, va vicina alla marcatura la giovanissima Soffia.

Nel finale sale in cattedra Fazio, che evita guai peggiori per la compagine pugliese, rimasta dunque relegata all’ultimo posto a quattro punti di distanza dalla più diretta concorrente per la salvezza. Tre punti al contrario importantissimi per il Verona, che scalvalca al terzo posto la Fiorentina e rosicchia punti preziosi al Mozzanica, avanti adesso di sole due lunghezze. Ed il sogno scudetto non è ancora così lontano…

 

A cura di Mickey Balducci

Fonte: Agsm Verona

Foto: Damiano Buffo

Post Correlati

Leave a Comment