Mondiali | Germania e Norvegia direzione quarti di finale

Sono la Germania e la Norvegia le prime due formazioni che accedono ai quarti di finale della Fifa Wwc, pronte a incontrare rispettivamente la vincente di Svezia-Canada e di Inghilterra-Camerun, quest’ultima in programma oggi alle 17.30, a Valenciennes.

Vittoria netta per il team di Voss-Tecklenburg, che nel match pomeridiano giocato allo Stadio delle Alpi di Grenoble ha battuto 3-0 una Nigeria che presentava alcune importanti giocatrici (tra cui Oshoala) nell’elenco delle indisponibili per via di infortuni e squalifiche.

La Nigeria si vede al 2′ con la conclusione di Ordega (la più in evidenza per le africane) parata da Schult. La Germania, invece, va a segno alla prima occasione e lo fa al 20′ con il colpo di testa di Popp (mvp della partita), che approfitta degli interventi a vuoto dei difensori nigeriani per insaccare allae spalle di Nnadozie, festeggiando nel modo migliore la sua 100ª partita in nazionale.

Il raddoppio tedesco arriva cinque minuti dopo grazie al rigore assegnato per un fallo di Nwabuoku ravvisato dopo il controllo al Var. Dal dischetto Daebritz non sbaglia e porta la Germania avanti di due reti.

La Nigeria chiude la lista delle occasioni da gol del primo tempo con la punizione di Okobi salvata sulla linea da un difensore tedesco, e apre quelle della ripresa facendo correre un brivido lungo la schiena delle tedesche: Ajibade va via sulla sinistra e serve in mezzo un pallone su cui Oparanozie arriva in ritardo, mancando l’appuntamento con un gol praticamente fatto.

Il famoso gol sbagliato, gol subito si presenta come un conto salato al tavolo della Nigeria: Ayinde sbaglia l’appoggio e Schueller può andare al tiro da dentro l’area di rigore, insaccando in diagonale alle spalle di Nnadozie e chiudendo la partita sul 3-0.

La partita giocata a Nizza tra la Norvegia di Graham Hansen e l’Australia della cannoniera Kerr entra di diritto nella top 3 dei match più belli giocati in questo Mondiale di Francia.

Al termine dei tempi supplementari ricchi di emozioni e di occasioni da gol, vince la formazione scandinava premiata dalla maggiore precisione dal dischetto, con quella australiana che può protestare per tre decisioni arbitrali in occasione del mancato rigore assegnato per il contatto tra Thorisdottir e Yallop in area norvegese (anche dopo il controllo al Var), dell’espulsione di Kennedy per chiara occasione da rete ma senza la disponibilità del pallone da parte di una giocatrice norvegese e per il mancato secondo giallo a Utland poco dopo l’espulsione data alla giocatrice australiana.

Che debba essere una partita da 1X2 si vede sin da subito: l’Australia punta subito sulla verve della capocannoniere Kerr che tira a lato in due occasioni e con il tiro di Raso parato da Hjelmseth; la Norvegia ci prova con il colpo di testa di Engen parato da Williams, che annienta anche la prima delle due conclusioni di Graham Hansen, con la seconda occasione della n°10 scandinava che si spegne a lato.

La dura legge del gol punisce l’Australia al 31′, quando Herlovsen parte sul filo del fuorigioco e sfrutta l’assist di Saevik per centrare il bersaglio grosso.

La ripresa segue il filone del primo tempo, con occasioni in serie da una parte e dall’altra ma con gli sforzi dell’Australia premiati dal gol di Kellond-Knight al 83′ direttamente da calcio d’angolo, complice un mancato intervento di Engen che inganna il portiere Hjelmseth.

Nel primo tempo supplementare Williams viene impegnata due volte sulle conclusioni di Graham Hansen e Risa, tremando quando la stessa Risa la vede fuori dai pali e dalla trequarti coglie una clamorosa traversa.

L’Australia è costretta a difendersi in inferiorità numerica per l’espulsione di Kennedy, la Norvegia ci prova con Graham Hansen che porta Williams a compiere un intervento miracoloso, con Reiten che trova una deviaizone in corner e con Kerr che tenta un tiro centrale, ben parato a terra da Hjelmseth.

Dal dischetto l’Australia sbaglia due tiri su tre con Kerr e Gielnik, la Norvegia li mette a segno e Engen insacca il quarto e decisivo rigore che qualifica la Norvegia al turno successivo.

Foto: onefootball

Mirko Marletta

Post Correlati

Leave a Comment