Mondiali | Italia e Inghilterra agli ottavi. Vince il Giappone

La giornata n°8 dei Mondiali ha regalato al pubblico italiano la seconda gioia grazie al successo della Nazionale di Milena Bertolini sulla Giamaica per 5-0, centrando il pass per gli ottavi di finale e dovendo aspettare l’ultima partita del girone contro il Brasile per determinare il piazzamento (un pari o un successo varranno la testa del girone C).

Ma la giornata di ieri ha visto scendere in campo le squadre del gruppo D, in cui il Giappone e l’Inghilterra hanno ottenuto successi di misura, con le britanniche in vetta a punteggio pieno con 6 punti.

Nella gara delle 15 il Giappone ha avuto la meglio sulla Scozia di Lana Clelland per 2-1, al termine di un incontro ampiamente dominato dalle nipponiche per 75’ di gioco e in cui la sveglia scozzese giunge soltanto nell’ultimo quarto di gara e dopo l’ingresso in campo dell’attaccante della Fiorentina. Le occasioni di Lauder e Cuthbert nel primo tempo non impensieriscono l’estremo difensore Yamashita. Dall’altra parte, il Giappone fa le prove generali con Nakajima e Iwabuchi, prima di passare in vantaggio con quest’ultima al minuto 23, che dalla lunetta dell’area di rigore trova una conclusione forte che sorprende il portiere Alexander. Kumagai va vicinissima al raddoppio ma trova il salvataggio sulla linea di Evans, Sugasawa trova il bis al 36’ dal dischetto, spiazzando il portiere avversario. Infine Sugita manca la rete del 3-0 centrando una traversa clamorosa nel primo minuto di recupero. Nella ripresa si assiste a due occasioni per parte tali però da non mettere in pericolo i rispettivi estremi difensori, prima della salita in cattedra della Scozia che coglie un palo clamoroso con Cuthbert e che trova la rete della bandiera con Clelland al minuto 88. L’atteso forcing finale è un miraggio e il Giappone può recarsi tranquillamente al tiro con Sugita al 90+3’ che trova la pronta risposta di Alexander.

Nel match delle 21 l’Inghilterra vince per 1-0 contro l’Argentina e vola agli ottavi di finale, con la possibilità di qualificarsi come prima del girone in caso di successo o pareggio contro il Giappone. Le Leonesse creano tanto ma impattano contro una Correa che si è mostrata la migliore in campo delle sudamericane, che alla pari del match d’esordio contro le nipponiche si è chiusa in difesa, senza badare a creare occasioni che potessero impensierire minimamente la retroguardia britannica. L’Inghilterra comincia a scaldare le mani di Correa con la conclusione di Scott, poi ha l’occasionissima per passare in vantaggio dal dischetto, ma Parris si fa ipnotizzare da Correa che respinge la conclusione sul palo. L’urlo di Kirby viene strozzato dalla parata del portiere argentino che mette in risalto i suoi pronti riflessi, quello di Taylor invece viene udito dall’intero stadio di Le Havre: Mead dalla sinistra mette in mezzo un cross rasoterra su cui non arrivano le centrali argentine, così da consentire alla punta inglese di insaccare per l’1-0 finale.

Mirko Marletta

Foto: Getty Images.

Post Correlati

Leave a Comment