Inter, la stagione quasi perfetta non basta: De La Fuente ai saluti

Sebastian De La Fuente non guiderà l’Inter in serie A. Il tecnico argentino, già vice del connazionale Pablo Wergifker con cui aveva sfiorato in due occasioni la promozione in serie A con l’Asd Femminile Inter Milano, non è stato riconfermato dalla dirigenza nerazzurra. Non è bastato un cammino quasi perfetto in campionato, chiuso con 21 vittorie e un solo pareggio, peraltro arrivato con il primo posto già sicuro, e una buonissima prestazione in Coppa Italia, dove dopo aver vinto il girone eliminatorio ha saputo tenere testa all’Ac Milan, squadra di una categoria superiore, perdendo 5-3 dopo essere stato anche in vantaggio.

Per la successione i nomi caldi sono due: in pole position, al momento, come si legge sul Corriere dello Sport sembra esserci Attilio Sorbi, vice di Milena Bertolini in Nazionale che nel caso diventasse il nuovo tecnico nerazzurro lascerebbe probabilmente il suo attuale ruolo a Federica D’Astolfo, ex allenatrice del Sassuolo e ora nello staff tecnico della Nazionale maggiore. Un altro nome caldo è quello di Patrizia Panico, attuale commissario tecnico della Nazionale Under 15 maschile, icona del calcio femminile italiano che ha vinto in carriera ben dieci scudetti conditi da cinque Coppe Italia e otto Supercoppe Italiane.

Dopo gli addii dello storico presidente Elena Tagliabue, del direttore generale Andrea Doria, del preparatore dei portieri Fabrizio Cavallini (ora alla Riozzese) e del tecnico Pablo Wergifker se ne va un’altra persona che ha contribuito a portare i colori nerazzurri in serie A. La decisione di cambiare allenatore nonostante gli ottimi risultati maturati sul campo non è ben vista dalla parte storica della dirigenza, su tutti dal direttore sportivo Gianni D’Ingeo che potrebbe anche annunciare le sue dimissioni, e nemmeno dal vice presidente Javier Zanetti, cognato dell’ormai ex allenatore interista.

Foto: Fazzari & Ramella.

Post Correlati

Leave a Comment