Primavera | La finale sarà tra Inter e As Roma. Juventus e Pink Bari per il podio

La Juventus Primavera perde la prima gara ufficiale della stagione, dopo aver chiuso il girone a punteggio pieno e aver alzato il Torneo di Viareggio con un percorso netto. Lo fa, però, nella peggiore delle circostanze, ovvero nella semifinale a eliminazione diretta. Le bianconere hanno l’opportunità di portarsi in vantaggio alla mezz’ora, ma Gilardi para un calcio di rigore a Bellucci. L’Inter ha il merito di giocare alla pari e saper accelerare e far male al momento giusto, quando manca meno di un quarto d’ora al termine. La neo entrata Berti colpisce, Carravetta raddoppia due minuti dopo mettendo in ghiaccio l’incontro.

Nella seconda semifinale l’As Roma vince ai tiri di rigore contro la Pink Bari. Nei tempi regolamentari il risultato è lo stesso del match tra le due prime squadre nel pomeriggio (e nei supplementari non cambia): l’1-1 porta la firma della giallorossa Vigliucci, alla tredicesima rete in campionato, mentre le pugliesi trovano il gol del pareggio solo nei minuti di recupero con Strisciuglio.

Juventus e Pink Bari, finaliste nella scorsa stagione che vide alzare lo scudetto le baresi, si affronteranno per il terzo posto. Anche la finalissima sarà una sorta di rivincita: da una parte l’As Roma di Fabio Melillo, che vinse tre scudetti Primavera consecutivi tra il 2015 e il 2017 con la Res Roma. Dall’altra l’Inter, squadra che si può considerare l’erede naturale di quell’Asd Femminile Inter Milano che perse solo ai rigori lo scudetto contro le giallorosse nel 2017.

Juventus – Inter 0-2 (78′ Berti, 80′ Carravetta)

Juventus: Beretta, Giordano, Toniolo, Puglisi, Masu, Mancuso, Giai (62′ Distefano), Silvioni (82′ Gianesin), Cantore, Bellucci, Bragonzi.
A disposizione: Serafino, Maino, Airola, Musolino, Ferro.
Allenatore: Alessandro Spugna.

Inter: Gilardi, Maroni, Vergani, Carlucci (60′ Gallazzi), Capucci, Santi, Scuratti (46′ Berti – 89′ Dell’Acqua), Costa (57′ Giani), Carravetta, Pasrtenge, Regazzoli.
A disposizione: Vanin, Pasquali, De Zen.
Allenatore: Alessandro Ruocco.

Arbitro: Marco Di Loreto di Terni.
Assistenti: Carmine Gian Marco Cappetta di Siena e Marco Misson di Prato.

Ammonizioni: Toniolo (J), Puglisi (J).
Espulsioni: nessuna.

As Roma – Pink Bari 1-1 (6-5 d.t.r.) (36′ Vigliucci – 90’+5′ Strisciuglio)

As Roma: Ghioc, Chiappa (70′ Orlando), Lommi, Corrado, Pacioni, Massimino, Corelli, Natali (84′ Boldrini), Tarantino (70′ Manca), Labate, Vigliucci (84′ Massimi).
A disposizione: Franco, Liberati, Pienzi.
Allenatore: Fabio Melillo.

Pink Bari: Di Fronzo, Lrenza, Bitetto (74′ Ruscitto), Boana Massa, Dell’Ernia (72′ Giuliesi), Montemurro, Mascia, Fiore (78′ Marino), Capitanelli, Strisciuglio, Paparella.
A disposizione: Bianco, Labianca, Miacola, Protopapa.
Allenatore: Donato Liso.

Arbitro: Simone Moretti del Valdarno.
Assistenti: Filippo Bertini di Firenze e Thomas Jordan di Firenze.

Ammonizioni: Capitanelli (P).
Espulsioni: nessuna.

Risultati semifinali:
Juventus – Inter 0-2 (78′ Berti, 80′ Carravetta)
As Roma – Pink Bari 6-5 (d.t.r., 1-1 reg. e sup.) (36′ Vigliucci – 90’+5′ Strisciuglio)

Finale per il terzo posto (15 aprile, ore 10.30):
Juventus – Pink Bari

Finale per il primo posto (15 aprile, ore 15.45):
Inter – As Roma

Foto: Giorgio Della Rocca.

Post Correlati

Leave a Comment