Nazionale | McCabe illude l’Irlanda. Bonansea e Sabatino firmano la rimonta

L’Italia vince l’amichevole contro l’Irlanda e, oltre al risultato, a far ben sperare in vista del Mondiale è la prestazione. La gara delle azzurre parte subito in salita a causa di un errore di Galli che, improvvisata difensore centrale per l’assenza nell’undici titolare di Gama e la mancanza di alternative in panchina viste le defezioni di Salvai, Fusetti, Tortelli e Vitale, passa per errore la sfera a un’avversaria che taglia in mezzo Linari e serve McCabe per il più facile dei gol. Già dopo nove minuti arriva la prima ammonizione della gara: Fahey atterra Bonansea. Giugliano calcia la punizione alta. A metà della prima frazione le irlandesi beneficiano di una punizione dal limite per fallo di Galli ma il destro a giro di Connolly non inquadra lo specchio. Quattro minuti più tardi Boattin va via sulla sinistra e crossa al centro dell’area non trovando per poco la deviazione di testa di Sabatino. Guagni riceve il pallone sulla fascia opposta ma sul contro cross viene toccata dura da un’avversaria. Al suo posto viene precauzionalmente inserita Bartoli ma per il terzino della Fiorentina dovrebbe essere solo una botta secondo le prime impressioni. L’Italia va vicina al pareggio alla mezz’ora ma il colpo di testa di Mauro viene salvato sulla linea da Campbell. Boattin sulla sinistra fa quello che vuole e dopo una finta e una contro finta mette un pallone rasoterra per Sabatino. L’attaccante rossonero stoppa spalle alla porta e appoggia sulla compagna Giugliano, il cui tiro termina sul fondo dopo una deviazione di un difensore. Le azzurre trovano il gol del meritato pareggio con Bonansea che al termine di un’azione personale lascia partire un tiro da fuori area che si infila all’angolino alla sinistra del portiere.

All’intervallo Bergamaschi rileva Adami e si rende subito pericolosa con un cross smanacciato da Hourihan sul palo. La rete del vantaggio azzurro è però nell’aria e arriva con il colpo di testa vincente di Sabatino, che incorna il cross di Bartoli. La fisicità delle irlandesi si fa sentire anche su Giuliani, che viene abbattuta in uscita da O’Riordan. L’esterno del Duisburg viene ammonita. L’Irlanda prova a trovare la via del pari ma Giuliani devia in angolo un’insidiosa conclusione da fuori di Toland. Milena Bertolini manda in campo prima Parisi e Tarenzi per Giugliano e Mauro e poi inserisce per la prima volta dopo la rottura del legamento crociato Rosucci, che prende il posto di Sabatino ricevendo l’applauso degli oltre 4000 tifosi presenti allo stadio. Bonansea triangola quindi con Tarenzi calciando verso la porta avversaria ma la conclusione è deviata in calcio d’angolo da un difensore. Sempre il numero 18, sostituito in seguito da Serturini, raccoglie la corta respinta della difesa ma il tiro a giro non trova fortuna. Nel finale Giuliani smorza un tiro, poi salvato sulla linea da Boattin. L’azione era comunque viziata da fuorigioco, segnalato dal primo assistente Aronsson. Rosucci crossa per Tarenzi, che per poco non trova la deviazione vincente.

L’Italia ottiene così una vittoria convincente contro un’Irlanda fisica e difensivista. Le azzurre, passate in svantaggio per un errore individuale, hanno saputo reagire dimostrando carattere indispensabile per ben figurare al Mondiale di Francia.

Italia – Irlanda 2-1 (40′ Bonansea, 54′ Sabatino – 3′ McCabe)

Italia (4-3-3): Giuliani; Guagni (cap.) (30′ Bartoli), Galli, Linari, Boattin; Cernoia, Adami (46′ Bergamaschi), Giugliano (64′ Parisi); Mauro (64′ Tarenzi), Sabatino (77′ Rosucci), Bonansea (83′ Serturini).
A disposizione: Marchitelli, Pipitone, Gama, Alborghetti, Girelli, Giacinti.
Ct: Milena Bertolini.

Irlanda (5-3-2): Hourihan; Connolly, Quinn, Campbell (68′ Caldwell); O’Riordan, Fahey, Toland (90’+1′ Whelan), McCabe (cap.), Scott; O’Sullivan (80’Jarrett), Kiernan (70′ Barrett).
A disposizione: Moloney, Ziu, Farrelly, Foley, O’Mahony.
Ct: Colin Bell.

Arbitro: Sara Persson (Svezia).
Assistenti: Josefin Aronsson (Svezia) e Ayse Bozkurt (Svezia).
Quarto ufficiale: Ilaria Bianchini (Italia).

Ammonizioni: 9′ Fahey (Irlanda), 66′ O’Riordan (Irlanda).
Espulsioni: nessuna.

Foto: Figc.

Post Correlati

Leave a Comment