Nazionale | Pajor risponde a Cernoia: con la Polonia termina 1-1

L’Italia non va oltre l’1-1 in casa della Polonia ma le azzurre escono dal campo soddisfatte dal punto di vista della prestazione visti anche i due legni colpiti. La gara si sblocca dopo 26 minuti di gioco: Matysik ferma irregolarmente Mauro ai venticinque metri dalla porta polacca. Cernoia disegna una parabola splendida che si infila all’angolino lasciando immobile il portiere Kiedrzynek. Le polacche reagiscono immediatamente approfittando di una mancata spazzata di testa di Linari, che arretrando ostacola anche Gama: Pajor gira al volo dal limite dell’area piccola un tiro potente ma centrale che sorprende Giuliani, ottima nel resto della gara ma che nell’occasione avrebbe potuto fare qualcosa in più. L’Italia ritrova il controllo del gioco e prima dell’intervallo va vicina al gol in due occasioni: prima Giacinti non trova la deviazione vincente sul cross di Mauro per un soffio, poi Bonansea calcia a giro sul secondo palo dopo essersi accentrata non trovando la porta per questione di centimetri. Nella ripresa le ragazze di Milena Bertolini trovano i due legni che impediscono a Gama e compagne di trovare i tre punti. Proprio il capitano, una delle migliori in campo sia in fase difensiva che in fase offensiva, si accentra e calcia verso la porta trovando la deviazione di un difensore che alza il tiro sulla traversa. Al minuto 83 arriva la più grande occasione per le azzurre: cross di Bergamaschi, due difensori centrali si scontrano, la palla arriva alla neo entrata Sabatino che colpisce il palo interno ma la sfera non varca la linea. Sul capovolgimento di fronte Pajor brucia in velocità Linari ma a tu per tu con Giuliani si vede respinta la conclusione dal numero uno dell’Italia, che prova a vincere la partita assediando l’area avversaria con diversi cross senza tuttavia riuscire più a impensierire Kiedrzynek.

A fine gara il ct Milena Bertolini spiega ai microfoni della Figc: “È stato un buon test contro una squadra fisica e con delle individualità importanti. Nel primo tempo forse siamo state poco lucide nella costruzione del gioco, nella ripresa abbiamo provato a giocare di più il pallone ed è andata meglio. Avremmo dovuto avere un po’ più di pazienza nel trovare il varco giusto, ma loro erano molto chiuse e compatte e non era semplice. Tutti i gol subiti su calcio piazzato che abbiamo subito, come quello odierno, non sono al volo, ma sulla ribattuta in area ed è lì che dobbiamo essere più reattive”. Annunciato qualche cambio di formazione per la partita di martedì a Reggio Emilia contro l’Irlanda: “Rispetto ad oggi qualcosa cambieremo anche perché queste partite ci servono per vedere più giocatrici possibili e per valutare così chi può far parte della rosa delle 23 ragazze che andranno al Mondiale”.

Polonia – Italia 1-1 (29′ Pajor – 26′ Cernoia)

Polonia (4-4-2): Kiedrzynek (cap.); Sikora (78′ Matuschewski), Grzywińska, Mesjasz, Chudzik; Matysik, Balcerzak (77′ Makowski), Grabowska (85′ Jaszek), Zawistowska (62′ Olszewska); Winczo, Pajor.
A disposizione: Szymańska, Wiankowska, Grad, Ratajczyk.
Ct: Miłosz Stępiński.

Italia (4-4-2): Giuliani; Bergamaschi, Gama (cap.), Linari, Bartoli (81′ Serturini); Bonansea (82′ Tarenzi), Galli (62′ Parisi), Giugliano (74′ Alborghetti), Cernoia; Mauro (82′ Boattin), Giacinti (62′ Sabatino).
A disposizione: Marchitelli, Pipitone, Guagni, Adami, Rosucci, Girelli.
Ct: Milena Bertolini.

Foto: Figc.

 

Post Correlati

Leave a Comment