Talent Factor | Ida D’Avino e quella voglia di arrivare in serie A

Ida D’Avino è uno dei talenti più cristallini del calcio partenopeo. Una giocatrice che sta dimostrando da anni il suo valore. Molto tecnica, la D’Avino gioca prevalentemente come trequartista ed è in forza alla Vapa Virtus Napoli, nel girone D di serie C. Il suo sogno, però, è quello di poter un giorno di giocare in serie A, parallelamente al conseguimento della laurea in Scienze Motorie. Un futuro già scritto nella testa di una ragazza che a 17 anni sembra avere le idee già ben chiare. E non si tratta di una cosa così scontata.

È il padre a trasferire la passione per il calcio alla piccola Ida, che inizia a giocare assieme ai cugini nel cortile di casa. All’età di otto anni, poi, decide di andare nella scuola calcio dell’Asd Virtus Somma, squadra di Somma Vesuviana, e dopo soli due anni viene selezionata nella rappresentativa giovanissime. Si trasferisce quindi alla Nep Calcio, club femminile di Ponticelli, dove fin dall’età di quattordici anni gioca in prima squadra. Vince un campionato giovanissime e passa alla Virtus Partenope, con cui ottiene un altro successo in campionato. In entrambe le occasioni gioca le finali nazionali a Coverciano.

Il 2016 potrebbe essere l’anno della svolta: vinto il campionato Juniores regionale, arriva con la squadra partenopea in semifinale alla fase nazionale, dove perde contro il Ligorna che si aggiudicherà poi lo scudetto di categoria. Nello stesso anno esordisce in serie C, dove da metà stagione è presenza fissa della prima squadra allenata da Vittorio Esposito. Oltre alla consueta convocazione nella rappresentativa regionale arriva la chiamata a uno stage della Nazionale Under 16 a Roma. Le convocate sono tantissime, addirittura 44, e ad Acquacetosa si affrontano in una partitella. Ida, però, non verrà più chiamata dall’Italia ma solo dalla Campania, che la selezionerà per il Torneo delle Regioni Under 23.

Nella stagione seguente guida la Virtus Partenope con 25 gol nel campionato di serie C, vincendo la competizione e guadagnando la promozione in serie B dove però, vista la riforma dei campionati, non riesce a ottenere la salvezza con il decimo posto finale. Nella nuova C interregionale, a metà marzo, con la Vapa, ha già realizzato 13 gol. E il bottino può migliorare ancora.

Post Correlati

Leave a Comment