Cyprus Cup | Italia, che esordio: manita al Messico

L’Italia esordisce come meglio non può alla Cyprus Cup piegando il Messico con una cinquina firmata dalle reti di Bergamaschi, Bonansea e Mauro e alla doppietta di Giacinti, subentrata nel finale al posto di Girelli.

Milena Bertolini sceglie il 4-4-2: davanti a Giuliani, che torna tra i pali dopo l’infortunio, la linea difensiva è formata da Guagni, Gama, Salvai e Bartoli. A centrocampo Giugliano e Galli in mediana con Bergamaschi e Bonansea esterni offensivi. In avanti la coppia formata da Mauro e Girelli, con quest’ultima che in determinate occasioni può arretrare per passare al 4-2-3-1.

Le azzurre sono da subito padrone del campo ma il primo tiro arriva solo dopo undici minuti con Mauro, che si gira bene ma di sinistro calcia debolmente sul portiere. Tre minuti più tardi Martínez Abad calcia a pochi passi da Giuliani ma l’estremo difensore azzurro è bravissimo a respingere. Al venticinquesimo si esalta la collega Santiago, che nega il gol prima a Mauro e poi a Girelli con due prodezze. Poco dopo il numero 10 italiano prova a sorprende il portiere latinoamericano ma il pallonetto termina fuori dallo specchio. Il Messico si riaffaccia dalle parti di Giuliani alla mezz’ora ma il tiro di Corral dal limite non trova la porta. Nell’azione seguente Bonansea si accentra e prova il destro a giro ma il suo tiro termina debolmente tra le braccia di Santiago. Quando sembra che il primo tempo sia destinato a chiudersi in pareggio arriva la rete che sblocca il match: Guagni serve Girelli che vede con la coda dell’occhio lo scatto di Bergamaschi e la serve con un colpo di tacco. L’ala milanista, a tu per tu con il portiere, lo fredda con un morbido tocco sotto.

Le squadre rientrano in campo sotto una forte pioggia e l’Italia raddoppia: Bergamaschi scende lungo la fascia destra e mette in mezzo il pallone. Girelli lascia scorrere la sfera per Bonansea che coglie il portiere in controtempo infilando la palla nell’angolino basso alla sua sinistra. La pioggia non cessa e costringe l’arbitro alla momentanea sospensione. La gara riprende regolarmente dopo una decina di minuti di stop. Mauro salta il portiere ma il pallone è frenato dall’acqua. L’attaccante viola serve allora Girelli il cui tiro è però bloccato da Santiago, brava a recuperare la posizione. Al minuto 60 Mauro sbaglia un tentativo di sponda di tacco a centrocampo favorendo il contropiede messicano. Mayor serve un pallone d’oro a Corral, che però calcia alto dal limite dell’area piccola sciupando la più ghiotta occasione per la squadra centroamericana. L’attaccante messicano ci prova poco dopo su punizione ma Giuliani blocca a terra senza difficoltà. Mauro si fa perdonare facendo un gol fotocopia a quello del vantaggio di Bergamaschi, sfruttando l’assist di Adami e scavalcando nuovamente con un colpo sotto Santiago in uscita. L’Italia non rallenta e, anzi, prova a colpire ancora con Girelli che da posizione defilata, dopo aver dribblato il portiere, non trova la porta da posizione defilata. Il poker arriva comunque poco dopo grazie alla rete di Giacinti che, appena entrata, appoggia in rete una corta respinta di Santiago, che aveva parato un cross di Bonansea deviato accidentalmente da un difensore verso la porta. Le azzurre si esaltano e Cernoia, dopo una ruleta, prova la conclusione dal limite che si spegne sul fondo. Sabatino va vicina alla cinquina non impattando bene il pallone in scivolata ma tre minuti più tardi è ancora Giacinti a segnare, appoggiando in rete il pallone servito dal fondo da Sabatino e lisciato da Bonansea. Il risultato non cambia più, con un tiro dell’ala juventina che termina fuori di poco.

L’Italia vince e convince, imponendosi con un netto 0-5 contro il Messico e iniziando al meglio la sua avventura nella Cyprus Cup. Le azzurre hanno rischiato pochissimo in difesa riuscendo a mettere in costante difficoltà la retroguardia centroamericana.

Messico – Italia 0-5 (45′ Bergamaschi, 51′ Bonansea, 66′ Mauro, 70′ Giacinti, 78′ Giacinti)

Messico (3-5-2): Santiago; K. Robles (78′ Romero), Bernal, Lopez; Rodriguez (78′ Sierra), Ocampo (cap.) (52′ Ovalle), Nieto, Espinosa (53′ Mayor), Rangel (71′ J. Robles); Corral, Martínez Abad (71′ Iturbide).
A disposizione: Godinez, Delgado.
Ct: Christopher Cuéllar.

Italia (4-4-2): Giuliani; Guagni (73′ Boattin), Gama (cap.), Salvai, Bartoli; Bergamaschi (56′ Cernoia), Giugliano (76′ Alborghetti), Galli (65′ Adami), Bonansea, Girelli (69′ Giacinti), Mauro (69′ Sabatino).
A disposizione: Marchitelli, Pipitone, Fusetti, Linari, Bursi, Bonfantini, Serturini, Tarenzi.
Ct: Milena Bertolini.

Foto: Stijn Audooren/Sportpix.be

Post Correlati

Leave a Comment