Talent Factor | Vanessa Lavarone e quell’unica presenza in serie A

Vanessa Lavarone è una giocatrice tutta fascia: nel corso degli anni è gradualmente arretrata passando da ala nel tridente offensivo a terzino. Classe ’93, ha giocato una partita in serie A con il Torino quando ancora era un perno della formazione Primavera. Troppo poco per essere esclusa da Talent Factor.

La piccola Vanessa si innamora subito del calcio e gioca assieme ai maschi dai cinque ai quattordici anni, quando passa alla Primavera del Torino con cui vince il campionato nella stagione 2010-2011 battendo in finale il Brescia in cui giocava, tra le altre, Lisa Alborghetti con il punteggio di 5-2. Dopo aver debuttato anche in serie A contro il Tavagnacco, Lavarone passa, in seguito alla vittoria dello scudetto Primavera, all’Alessandria in serie A2, divenendo un punto fermo della prima squadra per due stagioni, in cui conclude il campionato a ridosso delle prime posizioni senza però raggiungere la promozione. Veste in seguito le maglie di Alba, Musiello Saluzzo e Novese, sfiorando sempre il salto nella massima serie sfuggito ogni anno per pochi punti. Maturando si scopre una giocatrice polivalente in grado di giocare oltre che nei tre d’attacco anche come mezzala di centrocampo. Nel 2017 arriva al Luserna ma, dopo una prima parte di campionato ottima in cui la squadra è in una posizione di classifica che garantirebbe l’accesso alla successiva nuova serie B a girone unico, decide di svincolarsi assieme a molte compagne di squadra passando al Pinerolo, con cui vince la serie C piemontese giocando per la prima volta in carriera un campionato regionale e arretrando sulla linea dei difensori, come terzino destro. Nella stagione attuale rimane tra le fila delle biancoblu giocandosi il primo posto del girone A della nuova serie C interregionale con la Novese, sua ex squadra davanti di pochi punti. Ancora una volta Vanessa lotterà per una promozione, come ha sempre fatto, e in cuor suo spera di raggiungere il primato e la serie B. Un eventuale secondo posto, tuttavia, la farebbe ripartire ancora più determinata. Dice sempre che dalle sconfitte si impara e arrivare vicini al traguardo senza raggiungerlo fa crescere e prendere consapevolezza dei propri mezzi.

Una sola presenza in serie A, un premio quando era aggregata alla formazione Primavera del Torino. Poi nulla, compresa la maglia azzurra, mai arrivata. Vanessa è caduta tante volte, terminando molti campionati a ridosso delle posizioni che avrebbero significato massima serie. Ma è sempre ripartita, combattendo e correndo sempre come fa in campo. Che sia da ala d’attacco, da mezzala o da terzino non importa: l’ultima a smettere di combattere e ad arrendersi è Vanessa Lavarone.

Foto: Fazzari & Ramella.

Related posts

Leave a Comment