Focus On Osa Seattle | A Las Vegas il giorno zero della Wpsl

Dal Paris Hotel di Las Vegas è tutto. L’annual general meeting della Women’s Premier Soccer League – campionato statunitense di secondo livello che si svolge nel nostro periodo estivo – si è concluso, e l’Osa Seattle Fc, club guidato dall’italiano Giuseppe Pezzano che da anni dà grande spazio agli italiani (calciatrici e allenatori compresi), c’è ancora, per il suo settimo anno consecutivo.

Valentina GiacintiL’Osa Seattle, però, non vuole solo provare a vincere, ma anche spingere su un concetto da sempre alla base della sua mission: «rafforzare il ponte che è stato creato tra gli Stati Uniti e l’Italia – dichiara il presidente – proponendo un’esperienza formativa soprattutto alle giocatrici italiane, in primis alle più giovani».

«Sono tante le persone che dal principio hanno contribuito a questo progetto – aggiunge Pezzano – A partire dai coach, come Antonio Cincotta Sauro Fattori. Passando per le calciatrici: da qui sono passati elementi come Alia Guagni (l’esterno viola ha replicato per tre volte la stagione Usa, ndr), Patrizia CaccamoValentina GiacintiMartina Capelli, Alessandra Nencioni o anche Deborah Salvatori Rinaldi. Fino a dirigenti sportivi del calibro di Sando Mencucci e Vincenzo Vergine, parte della Fiorentina, squadra nostra partner».

Hope Solo e Giulia Di CamilloCon una certa Hope Solo – vicina al progetto Osa – che un paio di anni fa ha fatto visita alla serie A italiana, ospite del match Fiorentina-Chieti.

CHI BEN INCOMINCIA… Giuseppe Pezzano ha preso in mano il team nel 2013, e tutto si può dire tranne che non si è partiti con il piede giusto. «Quell’anno abbiamo vinto la West Region Conference, perdendo solo alle finali nazionali di Sacramento. Ci chiamavamo Ac Seattle, e se come allenatore c’era Cincotta, in campo avevamo gente come Giacinti, Guagni o anche Pinna».

In Italia era arrivata forte e chiara la capacità di queste ragazze di misurarsi con un mondo completamente diverso, sicuramente già pronto a far parlare di sé e proiettato in un contesto che non ha mai esitato nel credere nel movimento. Inoltre, dall’Italia ci si è accorti che lì, negli Stati Uniti, fare scouting poteva rivelarsi un’altra arma vincente.

Wpsl Las VegasTra l’altro, nella Wpsl hanno giocato le campionesse del mondo in carica Alex Morgan, Abby Wambach o anche Shannon Boxx, quest’ultima presente all’incontro di Las Vegas (in foto).

ONLY THE BRAVE. A distanza di sette anni, a Seattle non è cambiato nulla. L’opportunità è a circa 11 ore di volo, per chi parte dal nostro Paese e per chi decolla dagli States.

E il famoso ponte è più vivo che mai. «Per qualsiasi necessità potete contattarmi direttamente alla mail info@osaseattlefc.com», chiude Pezzano.

Giuseppe PezzanoLO STAFF OSA SEATTLE FC. 

Giuseppe Pezzano (president);

Emily Magnotto (vp and office manager);

Filippo Milano (technical manager);

Francesco Deleo (club manager);

Tony DeRuvo (area marketing);

Giulia Di Camillo (italian press coordinator).

Post Correlati

Leave a Comment