Cincotta: “I conti in campionato si fanno alla fine. Girelli? Gli insulti perdono sempre”

Durante la serata dedicata alla Hall Of Fame della Fiorentina, anche Antonio Cincotta e la sua Fiorentina Women’s sono state premiate al Museo Del Calcio viola per la conquista della Supercoppa di pochi mesi fa e per il percorso virtuoso che ha portato le gigliate a conquistare uno scudetto e due coppe Italia. Il tecnico è ripartito dalla sconfitta contro la Juventus e si è soffermato anche sugli insulti per Cristiana Girelli durante la partita: “La classifica ora dice che siamo dietro. Questa è una serie A equilibrata e potenzialmente con il recupero con il Bari potremmo avere le prime tre squadre distanziate di soli due punti e le inseguitrici ancora vicini. Io dico sempre che i cavalli si contano al secondo giro e mi piace fare così, quindi ci dovremo arrivare attaccati e chissà che non potremo essere davanti. Il cammino è duro per noi, ma lo è anche per gli altri. Girelli? Le ho scritto personalmente per esserle vicino. Ha giocato una grande partita ed è una grande campionessa che va applaudita per quella che è in campo. Diventa necessario che il calcio maschile e femminile piano piano educhino quelli che sono gli atteggiamenti delle tribune perché offendere è sbagliato e spesso gratuito. Mi auguro che si possano applaudire le prestazioni senza andare oltre perché non è giusto”.

Post Correlati

Leave a Comment